energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sicurezza alimentare: 33% allarmi su prodotti cinesi Cronaca

L'incendio di ieri nella fabbrica del Macrolotto di Prato nella quale hanno perso la vita 7 operai cinesi del tessile, ha riaperto, a più di 25 anni dalla prima consistente immigrazione cinese nel distretto industriale pratese e a Firenze, una finestra sullo sfruttamento illegale della manodopera. Piaga terribile che si aggiunge alla concorrenza sleale di prodotti contraffatti e di bassa qualità che colpisce non solo il settore tessile, ma anche, purtroppo quello alimentare. I prodotti alimentari cinesi in Italia – sottolinea Coldiretti – hanno fatto scattare ben 344 allerte per la sicurezza alimentare  nei primi 9mesi del 2013, pari addirittura al 15% del totale registrati in Europa.
Dal Paese asiatico – precisa la Coldiretti – provengono ingredienti e alimenti che possono essere offerti a basso prezzo anche per le diverse regole sanitarie e ambientali in vigore, oltre che per lo sfruttamento della manodopera. Concentrato di pomodoro, miele, riso ed aglio sono alcuni dei prodotti alimentari cinesi più presenti in Italia che – conclude la Coldiretti – hanno avuto problemi di sicurezza alimentare.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »