energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Siena, casse vuote, Palio a rischio Cronaca

Il più grande sacrificio per  Siena è quello che si profila all'orizzonte: casse comunali in "sprofondo rosso", come dice il leader cittadino di Fratelli d'Italia Lorenzo Rosso, non permetteranno certo di elargire quei 500mila euro occorrenti solo per le spese vive del Palio: vale a dire, ''stendere la terra nella Piazza del Campo, toglierla, montaggio e smontaggio delle speciali tribune (palchi) per il pubblico, dei dirigenti e comparse delle Contrade, straordinari di dipendenti ed operai comunali''.

E se i soldi non ci sono, si profila l'immenso sacrificio di un anno senza Palio. O meglio, senza Palii, perché sono due, quelli che rischiano la cancellazione: le corse di luglio e agosto. Per cui ''si parla insistentemente della possibilità che le corse di luglio e di agosto del Palio possano essere annullate''.
Ma se questa è la situazione, Rosso lancia la proposta: ''Siano le Contrade stesse da accollarsi quest'anno l'organizzazione delle carriere''.

''Le Contrade, negli ultimi anni, hanno dato ottima prova di organizzazione di eventi, feste, cene e altro – ricorda il leader di FdI – che questa esperienza sia ora messa a frutto nell'interesse della città, della Festa, dei contradaioli e della tradizione''. E anche un sacrificio che tornerebbe in qualche modo alla città: ''Il risparmio dei cinquecentomila euro potrebbero servire ad assicurare servizi ai cittadini altrimenti in forte pericolo''.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »