energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Silenzio radio per il 4390 in segno di lutto per la scomparsa sul lavoro del collega Bernardi Notizie dalla toscana

Il presidente del 4390, Claudio Giudici, che stamani avrebbe dovuto essere presente al Meyer per il nuovo appuntamento a favore dei bambini del centro ospedaliero, ha deciso di non partecipare personalmente, convinto che i bambini potranno comunque gioire grazie al personale del 4390 che invece sarà lì presente.
«Quanto accaduto a Sergio – commenta Giudici – ha lasciato tutti i colleghi sgomenti. Sergio aveva iniziato questo lavoro non da molti anni. Lo aveva cominciato col figlio David, che ieri era distrutto dal dolore, ma che già oggi abbiamo sentito più forte, pronto a farsi carico delle responsabilità che ora avrà su di sè e per cui suo padre veglierà dall’Alto su di lui». «Purtroppo – sottolinea il presidente di 4390 Cotafi – questo è il terzo evento di questa natura che si registra nella nostra categoria negli ultimi tre mesi. Gli altri due, per fortuna, non si sono conclusi nel peggiore dei modi, ma sono comunque il segno di un mestiere che ha raggiunto livelli di usura difficilmente registrabili nel mondo del lavoro». «Fare il tassista a Firenze – fa presente Giudici – vuol dire essere costantemente concentrati su una viabilità complessa, fatta di traffico costante, carenza di preferenziali, tragitti dove, per raggiungere ciò che sta a 500 metri in linea d’aria, devi fare 3 chilometri di piccole strade centrali a zig zag. Si tratta di aspetti che dobbiamo tenere presenti per non aggravare il logorio psico-fisico dei nostri lavoratori».

Print Friendly, PDF & Email

Translate »