energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Simoncini espone al Senato le preoccupazioni delle Regioni Politica

L’assessore alle Attività produttive, lavoro e formazione della Regione Toscana, Gianfranco Simoncini, si è presentato nella mattina di oggi, 11 aprile, di fronte alla Commissione Lavoro del Senato, a Roma. Simoncini ha esposto alla commissione parlamentare la posizione della Conferenza delle Regioni sulla riforma del lavoro e dei tirocini. L’assessore toscano, infatti, è il coordinatore della Commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni. I punti critici, secondo le Regioni, sarebbero le politiche attive del lavoro, la cassa integrazione in deroga ed il ruolo dell’Inps. La riforma del mercato del lavoro proposta dal Governo Monti, ha spiegato Simoncini alla commissione parlamentare, presenta delle incostituzionalità in quanto rende statali alcune competenze regionali. L’articolo 12 del testo proposto dall’Esecutivo è dedicato ai tirocini e su questo tema il Governo dovrebbe dialogare in sede di Conferenza Stato-Regioni, dato che su questo tema le Regioni hanno già deliberato autonomamente, essendo la materia di loro competenza. Anche per quanto concerne le politiche attive per il lavoro, secondo quanto esposto da Simoncini, la riforma del Governo presenterebbe delle violazioni delle competenze regionali. Quello che maggiormente preoccupa le Regioni, tuttavia, è l’articolo 37 dedicato alla cassa integrazione in deroga. «Il rischio – ha spiegato Simoncini – è quello di determinare una riduzione delle protezioni sociali. Si prevede infatti che la cassa in deroga venga gestita interamente dallo Stato e fin qui va bene, ma si fa riferimento alla scelta di settori e aree territoriali su cui agire in questo periodo transitorio. Questa è una dizione che rischia di creare problemi in una fase di crisi, come quella attuale, perché, in un momento in cui tutti i settori sono in crisi, non si capisce come si possa scegliere il settore o l’area geografica per la cassa in deroga».

Foto: http://www.blogo.it
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »