energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Simoncini risponde alla Lega Nord sul caso del lanificio Soci Notizie dalla toscana

La Lega Nord aveva accusato l’assessore regionale alle Attività produttive, Gianfranco Simoncini, di essere responsabile della situazione dei 70 lavoratori del lanificio Soci (che ha sede in provincia di Arezzo), attualmente senza lavoro. Simoncini, però, ha risposto che la Regione non può sostituirsi all’imprenditoria privata, ma solo svolgere un ruolo di mediazione e sostegno. Dal 2006 Fidi Toscana, la finanziaria della Regione, è intervenuta tre volte per garantire prestiti e finanziamenti all’impresa, ha ricordato l’assessore, per cercare di salvaguardare proprio i 70 lavoratori della fabbrica specializzata nella produzione del panno Casentino. L’azienda, già reduce da due periodi di cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale, è stata costretta alla chiusura per problemi legati all’ingente uso di risorse energetiche e dovuti alla difficile congiuntura economica, nonché alla concorrenza internazionale. «In Regione Toscana non esistono figli e figliastri: tutte le crisi aziendali vengono affrontate con serietà. E peraltro, a proposito del Lanificio di Soci, la Regione è stata accusata in passato di un eccesso di interventismo», ha concluso Simoncini rispondendo alle accuse della Lega Nord.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »