energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sisma Mugello: pronta una palestra per chi ha la casa inagibile Cronaca, Foto del giorno

Barberino Mugello – Resta chiuso in via precauzionale il Palazzo Comunale di Barberino lesionato dalla scossa tellurica della scorsa notte. La giunta comunale ha emesso un’ordinanza di evacuazione che riguarda i cittadini che non potranno rientrare nelle abitazioni per effettive inagibilità delle strutture e che non trovino sistemazioni per la notte. Secondo l’ordinanza firmata dal sindaco Mongatti, gli sfollati sono 236.

Per loro – afferma un comunicato – è già in allestimento la palestra della Scuola Media di Barberino di Mugello in Via Monsignor Giuliano Agresti, dove verranno collocati i posti letto necessari con lenzuola e coperte fornite dal Centro Assistenza di Pronto Intervento gestito dalla Prefettura di Firenze e dalla Protezione Civile.” Rimane attivo il presidio e punto di raccolta delle segnalazioni dei Vigili del Fuoco in Piazza Cavour. Le verifiche agli edifici proseguiranno anche nelle prossime ore.

Barberino di Mugello è il comune che ha subito i danni più gravi. I vigili del fuoco hanno dichiarato inagibile l’intero edificio del municipio. Stiamo controllando gli edifici privati e intensificheremo i controlli e abbiamo anche predisposto un numero verde per ricevere le segnalazioni e dare tutte le informazioni a ai cittadini.La scossa è significativa, la più rilevante dopo quella del 1960″.

Tante persone in strada. Il sindaco della Città metropolitana Dario Nardella specifica che “abbiamo 70 persone che non possono rientrare nelle loro case e il numero pare destinato ad aumentare. La cosa importante è che ci sia prudenza e cautela, se ci sono danni bisogna aspettare che venga fatta la verifica o dai vigili del fuoco o dai tecnici della Regione. Le famiglie che sono fuori dalle abitazioni saranno informate appena possibile e anche per loro è stato attivato il numero verde”.

Il consigliere delegato alla Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze Massimo Fratini segue dalle 7 di stamani la centrale operativa della protezione civile. Sono presenti tutti gli attori e fra loro Carbaninieri, Polizia di Stato, Sovrintendenza, Asl, psicologi.

“Riscontriamo – precisa Fratini – una sola chiesa lesionata, quella di San Silvestro, ma nessuna notizia di danni importanti se non piccole lesioni alle case. Le scuole del Mugello sono tutte chiuse, la criticità vera è la circolazione ferroviaria che sta lentamente tornando alla normalità ma essendo stata ferma per diverse ore abbiamo problemi per i viaggiatori e una decina di operatori della protezione civile sono andati a fare assistenza con generi di supporto e di soccorso alle persone bloccate sui treni”.

 

Nella foto: Il Sindaco Metropolitano Dario Nardella partecipa al Centro coordinamento soccorsi costituito dalla Protezione civile dopo il sisma in Mugello

Print Friendly, PDF & Email

Translate »