energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Le società di mutuo soccorso verso la rinascita Società

Firenze – Le società di mutuo soccorso riprenderanno vita grazie alla nuova legge regionale approvata in consiglio il 23 settembre scorso Riconoscimento del ruolo sociale e  culturale delle società  di mutuo soccorso ed interventi  a tutela del loro patrimonio”. Stamattina si è svolto a Palazzo Panciatichi un incontro tra Ivan Ferrucci, capogruppo Pd Regione Toscana e promotore della legge, e i rappresentanti delle Sms toscane.

Nel testo del provvedimento si legge: “La Regione concede contributi in conto capitale e in conto interessi alle società, allo scopo di agevolare e sostenere: la conservazione, il restauro e l’archiviazione, da parte delle società, del proprio materiale storico documentario; il rinnovo degli impianti e la manutenzione straordinaria degli immobili di proprietà impiegati nell’attività sociale delle società, anche in concorso con altri contributi pubblici; l’espletamento di programmi di attività finalizzati al conseguimento dello scopo sociale previsto dallo statuto, anche in concorso con altri contributi pubblici; iniziative sociali ed educative finalizzate allo sviluppo della cultura mutualistica nonché studi e ricerche destinati alla diffusione dei principi del mutualismo e della mutualità volontaria.” (Art 2)

Una svolta significativa, quindi, in riconoscimento del valore e dell’apporto che le società hanno avuto sul territorio fin dalla loro nascita, a metà del 1800.

“La Toscana si è sempre contraddistinta per una particolare attenzione al sociale”, osserva Ferrucci: per questo si è deciso di rafforzare tutte quelle forme di solidarietà e di aiuto che arrivano dove incece in welfare state si ferma. Non poteva non arrivare dalla Toscana quindi un riconoscimento e un sostegno a chi della socialità fa un valore portante ormai da secoli. Questa normativa è un passo in avanti per aprire un confronto di merito sull’apporto che realtà come le Sms possono dare per un welfare sempre all’avanguardia. In un contesto sempre complesso, in cui lo stato sociale appare costantemente messo in discussione da crescenti difficoltà, una sfida per il futuro è quella di non dare per scontato che valori importanti siano acquisiti ma sostenere chi li porta avanti e trovare nuove forme e modalità per promuoverli.”

Per Umberto Tommasi, responsabile regionale delle Società di mutuo soccorso, “Il nostro tempo è caratterizzato dalla precarietà in ambito lavorativo che determina, oltre all’impoverimento delle famiglie, anche insicurezza e paura. Le Sms potranno rappresentare ancora un punto di riferimento importante.”

Il confronto si mantiene vivo, molti intervengono per ringraziare il consiglio regionale e ribadire l’importanza della salvaguardia della dignità della persona umana. È necessario un aiuto, ma prima ancora il riconoscimento dei bisogni: per questo diventa necessario aprire punti di accoglienza, diffondere informazioni per riuscire a canalizzare questi bisogni.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »