energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sogni e fantasie antivirali: cinese vince all’asta il lancio di un missile Cronaca

Parigi – L’epidemia del coronavirus che ci confina tra quattro mura non impedisce di nutrire desideri, anche i più stravaganti. Infatti ha del pesce d’aprile ma non lo è la  notizia che il primo aprile un cinese ha vinto all’asta per 46 milioni di yuan, cioè quasi sei milioni di dollari, il lancio di un missile: il  Kuaizhou-1° che è stato fabbricato a Wuhan, la metropoli cinese balzata alla ribalta per essere stata il primo focolaio del Covid 19.

La vendita è avvenuta sulla piattaforma di Taobao, un sito web che in cinese vuol dire “ricerca della rete tesori”, simile a EBay e Amazon. Il vincitore dell’asta, di cui si conosce solo lo pseudonimo Swere, potrà ora decorare il suo missile a suo piacimento; visitare il sito del lancio è addirittura essere ai comandi nella fase di lancio. Swere avrebbe anche fatto un affare: secondo Taobao  il missile, a prezzo di listino, sarebbe assai superiore e sfiorerebbe i 45 milioni di euro.  La vendita, riferisce il settimanale francese Capital, è stata seguita in diretta da oltre due milioni di persone.

Nei giorni precedenti Taobao aveva dovuto precisare che la vendita del missile, che figurava sul suo catalogo, non era uno scherzo. L’idea di proporre un missile era nata dopo che il sito aveva chiesto agli internauti di scegliere quale oggetto avrebbero voluto fosse messo all’asta. Il più gettonato della lista, che comprendeva anche satelliti e razzi era stato il missile. Taobao è uno dei 10 siti web più visitati al mondo e fa parte del gigantesco gruppo cinese Alibaba.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »