energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sogno o son Destro Calcio, Rubriche

Notizia di oggi è che non è così grave come poteva sembrare. Appena successo si pensava addirittura ad uno stop della carriera agonistica, mentre pare che dopo una piccola operazione il fenomeno di Bari Vecchia potrà tornare a giocare (4-6 mesi).
Forza Antonio siamo tutti con te!

Che partite amici!
Iniziamo la nostra analisi con una partita che poteva essere considerata la cenerentola di giornata e invece permette di fare parecchie considerazioni: Siena- Chievo.
Partiamo da Destro! Ci auguriamo che l’abbiate schierato titolare perché porta a casa un bel 13,5 (7,5 + 6) che, considerandolo una terza punta, non è affatto male. Noi ve l’avevamo consigliato.
Ma il vero giocatore da rubare a questo Siena è Emanuele Calaiò. Perfetto e costante, in casa con una squadra medio-bassa non fallisce mai!
Da segnalare anche il primo gol in campionato di D’agostino. Le sue punizioni potrebbero fruttargli bonus inaspettati. Anzi, c’è da stupirsi che il primo gol lo abbia messo a segno solo adesso.
Per concludere con questa partita, vorrei spendere due parole su Moscardelli: entra spesso a gara in corso ma rendendosi sempre pericoloso, lasciando a volte anche la sua firma sul tabellino. Buon rincalzo.

Finalmente, e prepotentemente, gli attaccanti tornano al potere.

Ibra schianta la Roma con due incornate da urlo! Vucinic sblocca sé stesso e il derby d’Italia.
Cavani segna un gol lampo e Bergessio gli ricaccia in gola la gioia.
Bojan segna un gol inutile per la Roma ma sicuramente fondamentale per chi l’ha schierato al fantacalcio.
Di Vaio, era l’ora, lascia quota zero gol fatti con il rigore che porta in vantaggio il Bologna contro l’Atalanta.
Rocchi torna al gol (il numero 100 con la maglia della Lazio!) nei pochi minuti in cui è stato impiegato.

Apriamo un capitolo a parte per tre attaccanti che a modo loro (cioè a suon di gol) stanno facendo la differenza:

Non si può non applaudire Klose e la sua infallibilità sotto porta. Il rischio che fosse il vecchio campione che monetizza l’ultimo trasferimento della sua carriera, non riuscendo mai ad adattarsi al campionato italiano, c’era. Ma così non è stato. Già a quota sei gol in nove partite e tutti, o quasi, decisivi e di pregevole fattura (cosa che alza anche il voto della prestazione). Ottimo acquisto è dir poco.

Altro attaccante sul quale pochi potevano scommettere su un inizio di campionato a questi livelli è “El Tanque” Denis che con i suoi sei gol rischia di diventare la miglior terza punta a disposizione.

E, infine, lui: il Totò nazionale che non smette di buttarla dentro. Capocannoniere a quota sette nonostante abbia saltato anche una partita. Potevamo aspettarcelo? Certo! Ma ogni anno all’asta tanti, se non tutti, si fanno la stessa domanda: ma potrà, Di Natale, confermare il campionato dell’anno scorso? Alla fine la risposta è sempre si. Stratosferico!
E Giovinco? Anche se domenica ha sbagliato un rigore (ma ha preso un bel 7), resta una punta che quest’anno può arrivare a 10 – 15 gol tranquillamente. Come diceva Maradona: “i rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli”, quindi non bacchettate la “formica atomica” anche se quel rigore fosse stato la causa della vostra sconfitta.

Quando segna un difensore è la gioia più grande e più inaspettata e questa domenica tanti di loro hanno fatto saltare dal divano noi fantallenatori.
Il gol da Burdisso, A. Lucarelli, Maicon e Loria ci si può anche aspettare, ma le reti di Nesta, Marchese e Paletta sono un regalo inatteso.
E Lulic? Si sta rivelando unìacquisto favoloso! Nella lista gazzetta è dato difensore, in campo gioca da trequartista ed è già a quota due gol! Ma chi l’avrebbe mai detto! Da schierare fisso anche perchè anche se non segna gioca vicino alla porta e regala spesso assist al bacio ai suoi compagni!

A centrocampo Marchisio sembra sempre più incontenibile. 7 martedì, 7 +3 domenica e già a quota quattro gol. Fenomenale!
Quattro sono anche le reti di Rigoni del Novara che aggiunge ai suoi bonus anche voti altissimi (sulla Gazzetta dello Sport ha preso ben tre volte 7, una volta 7,5 e tre volte 6). Rigorista e talentuoso, sicuramente una sorpresa tra le seconde linee di centrocampo.

Ramirez è in totale ascesa, due reti e voti sempre più alti. Grazie anche ad un Bologna che ha iniziato a macinare gioco e risultati, il suo acquisto potrebbe essere completamente rivalutato dopo le prestazioni opache delle prime partite.

Capitolo portieri.
È il ruolo più rognoso per un giocatore di fantacalcio, oltre ad essere il momento dell’asta meno interessante.
Non si vuole spendere tanto perché difficilmente porteranno dei bonus, ma è altrettanto vero che se non si spende finisci per avere malus a ripetizione per tutto l’anno, pregiudicando ogni possibilità di vittoria.

Ecco allora che i top player vengono strapagati e non sempre rispondono alle attese:
Abbiati prende quasi sempre gol regalando anche prestazioni al di sotto delle sue possibilità.
J. Cesar tra infortuni e papere, oltre al difficile momento della sua squadra, non vale i soldi spesi.
Buffon è forte ma il modulo di Conte lo lascia spesso da solo in trincea.
Anche il Napoli, ultimamente, sta prendendo un po’ troppi gol e di conseguenza l’affidabile De Sanctis non è immune da malus.
Da sottolineare, di contro, la certezza Boruc che quando si trova tra le mure amiche raramente viene trafitto.
Il vero acquisto tra i pali, però, resta Handanovic: tre gol subiti e un prezzo sicuramente inferiore ai big delle categoria. Un muro.

La foto è presa dal sito: reterete24.it

Adesso sotto con i “SI” e i “NO” dell’undicesima giornata.


ATALANTA – CAGLIARI
SI: Bonaventura; NO: Nené

CESENA – LECCE
SI: Mutu; NO: Carrozzieri

CHIEVO – FIORENTINA
SI: Mandelli; NO: Vacek

GENOA – INTER
SI: Palacio; NO: Lucio

LAZIO – PARMA
SI: Lulic; NO: Mirante

MILAN – CATANIA
SI: Gomez; NO: Abbiati

NAPOLI – JUVENTUS
SI: Chiellini; NO: Cannavaro

NOVARA – ROMA
SI: Meggiorini; NO: Burdisso

PALERMO – BOLOGNA
SI: Acquafresca; NO: Cetto

UDINESE – SIENA
SI: Floro Flores; NO: Brkic

 

Un saluto a chi ha sentimenti contrastanti quando un proprio giocatore va sul dischetto contro la prorpia suqadra del cuore.
Ci vediamo giovedì prossimo.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »