energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Soldi europei alle imprese già da marzo-aprile, Toscana in prima fila Economia

Firenze – A marzo-aprile: comincia da questi due mesi il termine da cui la Regione Toscana, in pole position rispetto all’Italia e all’Europa, potrà iniziare a dare alle imprese i soldi che giungeranno da Bruxelles. Vale a dire, la Toscana potrà iniziare a liquidare le richieste di cofinanziamento già a marzo-aprile, “non appena Bruxelles adotterà il Fondo di sviluppo regionale (Fesr) del suo piano operativo (Por) per il periodo 2014-2020”, come si legge nella nota regionale.

L’accelerazione di Firenze è avvenuta, mentre la trattativa con Bruxelles era ancora in corso, con l’avvio alla gestione in anticipo dei Fondi strutturali. Spiega il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi:Se a marzo avremo i finanziamenti da Bruxelles, come previsto, credo che ad aprile cominceremo a liquidare. Perchè abbiamo già fatto i bandi, e c’è già un elenco di 500 domande che sono state selezionate, per circa 1500-1600 imprese. Questo è anche un successo della burocrazia regionale. Di solito l’Italia viene messa all’indice perchè non spende. In questo caso, la Toscana ha fatto tutto quello che poteva per spendere bene questi soldi”.

Non solo, sottolinea il governatore toscano,le imprese individuate sono passate attraverso una griglia fortemente selettiva”. Il motivo della “severità” nella selezione è uno: “Vogliamo dare questi finanziamenti alle imprese cosiddette dinamiche, che hanno buone performance sia sul piano del fatturato che dell’occupazione. Se le incentiviamo ad investire ancora di più, possono crescere e trascinare il resto dell’economia. La speranza – conclude – è che l’anticipazione serva davvero ad immettere nell’economia toscana un’incentivo che aumenti anche il Pil”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »