energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Solo un pari con la Croazia, per gli Azzurri la qualificazione si allontana Sport

L'Italia non va oltre l'1-1 con la Croazia. Risultato pesante per gli Azzurri in vista del passaggio ai quarti di finale. Non basta oltre un'ora di buon calcio. Buon primo tempo, chiuso in vantaggio con la bella rete di Pirlo (nella foto) su punizione, e avvio di ripresa tranquillo. Poi il blackout. La squadra di Prandelli con il passare dei minuti lascia troppo campo alla Croazia che prende fiducia e trova il pesantissimo gol del pareggio con Mandzukic. Nel finale gli Azzurri hanno provato a tornare avanti, ma senza troppa convinzione ma soprattutto senza creare vere palle gol.

Primo tempo. Inizio positivo e coraggioso dell'Italia. Nei primi 15' sfiorano la rete Balotelli e Marchisio, che però non trovano lo specchio della parta. A metà frazione inizia a uscire la Croazia, i biancorossi non si rendono però particolarmente insidiosi, fatta eccezione per un tiro-cross di Srna. Nel finale di frazione torna in attacco l'Italia. Thiago Motta serve un buon pallone per Cassano, il fantasista incrocia il tiro senza però trovare lo specchio della porta. Due minuti più tardi è la volta di Marchisio. Clamorosa doppia occasione per lo juventino che, servito da Cassano, si fa respingere due volte il tiro a tu per tu con il portiere. Il gol è comunque nell'aria, e al 39' l'Italia passa. Balotelli si conquista una punizione dal vertice sinistro dell'area. Pirlo sistema il pallone e sfodera una conclusione perfetta che scavalca la barriera e si infila alle spalle di Pletikosa.

Secondo tempo. La ripresa si apre nel segno dei croati che dimostrano fin dai primi minuti maggior convinzione. Modric ci prova subito in due occasioni, ma Buffon fa buona guardia. L'Italia fatica molto a guadagnare campo rispetto al primo tempo, e riesce a farsi vedere solo con tiri dalla lunga distanza, come quello di Thiago Motta deviato in angolo.
Prandelli prova dunque a dare una scossa ai suoi, escono prima Motta per Montolivo e un paio di minuti più tardi Balotelli per Di Natale. Le mosse del Ct però non hanno un effetto positivo, la squadra continua a faticare. E così la Croazia prosegue il proprio forcing, che al 27' porta i suoi frutti. Cross dalla sinistra, pessima scelta di tempo di Chiellini che perde completamente Mandzukic, l'attaccante croato ha tutto il tempo di controllare e di battere Buffon da distanza ravvicinata, 1-1 e Italia gelata.
Gli Azzurri infatti accusano il colpo e non riescono a reagire. I 13.000 tifosi croati allo stadio si fanno sentire e la Croazia difende il risultato senza troppi problemi.
Nel finale da evidenziare solo il fuorigioco inesistente segnalato a Di Natale lanciato in porta. Finisce dunque 1-1. La strada per il passaggio ai quarti di finale si fa ora molto ripida.

Italia 1
Croazia 1
ITALIA (3-5-2): Buffon, Bonucci, De Rossi, Chiellini; Maggio, Marchisio, Pirlo, T. Motta (17' st Montolivo), Giaccherini; Cassano (38' st Giovinco), Balotelli (24' st Di Natale). A disp. De Sanctis, Sirigu, Ogbonna, Barzagli, Abate, Balzaretti, Nocerino, Diamanti, Borini. All. Cesare Prandelli
CROAZIA (4-4-2): Pletikosa, Srna, Corluka, Schindelfeld, Strinic; Rakitic, Modric, Vukojevic, Perisic (22' st Pranjic); Jelavic (38' st Eduardo), Mandzukic. A disp. Kelava, Subasic, Simunic, Buljat, Badelj, Dujmovic, Kranjcar, Vida, Vrsalijko, Kalinic. All. Slaven Bilic
ARBITRO: Howard Webb (Inghilterra)
RETI: 39' pt Pirlo, 24' st Mandzukic
NOTE: ammoniti T.Motta (I), Montolivo (I), Schindelfeld (C)

Spagna-Irlanda 4-0. Tutto secondo pronostico. La Spagna di Del Bosque rifila quattro gol all'Irlanda e raggiunge la Croazia in vetta al girone a 4 punti. Finisce dunque l'avventura del Trap ormai fuori dalla competizione.
Gara già segnata dopo appena 4'. Iberici infatti subito in vantaggio con la rete di Torres. Nel primo tempo le occasioni per arrotondare il punteggio non mancano, ma i primi 45 minuti si chiudono comunque 1-0.
Nella ripresa però il 2-0 arriva quasi subito, autore del raddoppio è David Silva. La strada per la Spagna è ormai spianata, e nel finale arrivano anche il terzo e quarto gol, firmati il primo dal Nino Torres (per lui doppietta personale) e il secondo da Cesc Fabregas.

Foto: Radioradio

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »