energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sondaggio potenziamento aeroporto, sì dal 62% degli intervistati Breaking news, Cronaca

Firenze – Un sondaggio di Confindustria sul “gradimento” della popolazione circa l’allargamento dell’aeroporto, fa emergere che il 62% degli abitanti nell’area fiorentina  sarebbe favorevole alla realizzazione della nuova pista dell’Aeroporto di Firenze. Secondo il sondaggio, l’opera è considerata un’opportunità di sviluppo economico e di rilancio competitivo del territorio a livello internazionale. Il consenso è alto tra gli abitanti di Firenze (67%), ma maggioranza di sì al progetto anche a Campi Bisenzio (51%) e Sesto Fiorentino (55%).

Fra le motivazioni, il progetto della nuova pista viene considerato “utile per lo sviluppo dell’economia (60%)”  e anche per “la competitività internazionale del territorio della Piana (59%)”. Il sondaggio è stato commissionato da Confindustria Firenze a IPR Marketing. Il campione di soggetti su cui la ricerca è stata condotta riguarda individui maggiorenni, residenti nel territorio di Firenze. Intanto, il dibattito sulla nuova pista dell’aeroporto è molto popolare, dal momento che  l’80% degli intervistati dichiara di conoscere il progetto. E fra i dati che il campione ritiene decisivi,  vi è senz’altro l’impatto economico: il 60% degli intervistati ritiene che potenziare l’aeroorto fiorentino significhi più competitività internazionale e sviluppo del territorio. Non solo: in causa anche l’aumento dell’occupazione nell’area.  “Abbiamo condiviso questa iniziativa con tutte le categorie economiche di Firenze e con la Camera di commercio. Questa è – dunque – un’iniziativa per il territorio. Perché l’aeroporto è la questione di Firenze” ha dichiarato Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze. “Alla luce dei dati del sondaggio possiamo dire che la popolazione vuole la nuova pista. E’ una questione di adeguatezza alle necessità di una delle prime economie urbane italiane. E l’aeroporto è inadeguato anche dal punto di vista ambientale. E’ finito il tempo dei no a prescindere e dei veti di una certa politica del fare e del non fare. Ecco perché poniamo la questione di Peretola come essenziale e ultimativa per un territorio che voglia interfacciare davvero il valore prodotto dai fiorentini”. 

 Nettamente minoritario, poi, sembrerebbe il fronte dell’opposizione, 31% di simpatizzanti, mentre chi si dichiara d’accordo con i sostenitori dell’opera è al 54%. Da segnlare che la maggioranza più alta di sostenitori dell’opera si trova fra i residenti di Firenze (67%) e Fiesole (76%), mentre si scende, pur rimanendo in maggioranza i consensi,  al 51% di sì per Campi Bisenzio e al 55% per Sesto Fiorentino. Se i giovani sono i più attenti alla sostenibilità ambientale della nuova struttura, che in questi mesi è oggetto di valutazione da parte dei Ministeri competenti,  gli adulti segnano i picchi più alti di consenso, in particolare gli anziani, che raggiungono anche il  71% di sostegno all’opera. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »