energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Sono fiorentino” e il Franchi esplode Sport

SuperMario si presenta con una battuta, in italiano: "Adesso sono un fiorentino" comincia Gomez in conferenza stampa, mentre oltre 20.000 tifosi lo aspettano al Franchi in un (normale?) pomeriggio di metà luglio. Poi prosgue in tedesco: "A qualcuno il mio trasferimento può sembrare strano, ma ero curioso di vivere qualcosa di nuovo" ha detto Gomez dopo l'intensa giornata fiorentina che lo ha visto stamattina atterrare a Peretola, fare tappa al Franchi, passare da Fanfani per le visite mediche, e poi recarsi nuovamente allo stadio. "E' stato fantastico vincere tutto con il Bayern, ma anche Guardiola (il nuovo tecnico della sua ex squadra, ndr) mi ha confermato che la Fiorentina per il suo progetto e il suo gioco d'attacco è una giusta realtà''. Con Gomez, giacca e cravatta, anche il ds Pradè e il dt Macia.
Poi tutti in campo, a salutare un Franchi gremito: la Maratona si è riempita in mezz'ora, gli addetti hanno dovuto aprire anche settore ospiti e Curva Ferrovia. Il boato quando SuperMario entra in campo: stavolta con la maglia n. 33. Assieme a lui il presidente viola Andrea Della Valle, che non le manda a dire e spiega ai tifosi: "Hanno anche provato a portarcelo via, ma non ci sono riusciti: Mario ha scelto Firenze. Oggi abbiamo la conferma che ripartiamo con grande entusiasmo e grandi obiettivi. Quando vi dicevo che il meglio doveva ancora venire intendevo questo''. Applausi ed entusiasmo. "Cercherò di farvi felici" fa Gomez. La Fiorentina adesso parte per Moena, dove dal 16 luglio all'8 agosto svolgerà il ritiro. In attesa di novità a breve da Jovetic e Ljajic, adesso le due priorità degli uomini mercato viola. Mentre i tifosi sognano Marco Verratti, regista classe 1992 del Psg e della Nazionale: un'idea, ambiziosissima, che completerebbe un mercato davvero da urlo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »