energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sorveglianza sanitaria Comune Firenze, dal camper alla sospensione Cronaca

Firenze – Non è ancora finita la storia della sorveglianza sanitaria dei dipendenti del Comune di Firenze. Li avevamo lasciati, circa 15 giorni or sono, con l’ambulatorio per le visite obbligatorie parcheggiato nel giardino di Villa Arrivabene: niente meraviglia, visto che si trattava di un camper. Infatti, come spiegato, ci si era accorti, in sede di verifica dei requisiti richiesti dal bando, che l’azienda che lo aveva vinto era deficitaria di alcuni requisiti precisi, fra cui la sede degli ambulatori, che risultava fuori dall’area prevista dal regolamento e dunque dal bando.

Benissimo. Il direttore generale di Palazzo Vecchio, Daniele Parenti, in una nota aveva spiegato la situazione e le risultanze delle verifiche. La questione  era stata anche oggetto di un’interrogazione in consiglio comunale da parte del capogruppo di Frs Tommaso Grassi,  a cui l’assessore Gianassi, dopo aver letto la lettera di Parenti, aveva assicurato che si sarebbe stata risolta in poche settimane. Ed ora, informano con una nota le Rls comunali, “la soluzione c’è; viene sospesa l’attività di sorveglianza sanitaria, non si sa per quanto”. 

La data di inizio della sospensione dell’attività di sorveglianza sanitari, informano i responsabili della salute dei lavoratori,  è il 1 aprile, ma non si sa quanto a lungo durerà. Ricordando che è il secondo “strano episodio” che si verifica negli ultimi giorni (dopo quello menzionato in una nota del 15 marzo) e “quali siano le iniziative che l’amministrazione comunale vorrà mettere in campo al fine di garantire quanto previsto nell’art. 48 del D.Legs. 81/2008 e successive modificazioni”. 

Inoltre, la nota conclude: “Ritenendo che quanto accaduto rappresenti una palese violazione in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro, restiamo in attesa di formali comunicazioni da parte del Datore di Lavoro, significando fin da adesso che in caso contrario ci rivolgeremo agli organi competenti”. 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »