energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sottopasso di Trespiano, “Al cimitero si va in barca” Cronaca

Firenze – La piazza di Trespiano davanti al cimitero è come un piccolo paese: molto frequentata, soprattutto nei festivi, ospita attività commerciali diverse. Il parcheggio si trova su un lato della trafficata Via Bolognese, mentre l’entrata del cimitero dall’altro lato. Esiste un sottopassaggio che dovrebbe consentire ai molti (soprattutto anziani, ma anche mamme con bambini) di attraversare la strada senza essere costretti ad avventurarsi in mezzo alla carreggiata, in mancanza tra l’altro di strisce pedonali, ma purtroppo è quasi sempre allagato. Come oggi. “Ogni tanto i pompieri vengono a svuotarlo”, spiega il barista del locale sotto i portici che si affaccia sulla piazza, “ma alla prima pioggia si allaga di nuovo“. Il rischio di sfiorare la tragedia è notevole, anche perché spesso le auto procedono in quel tratto a velocità sostenuta, e non sempre è facile attraversare in sicurezza la strada. “C’era anche un progetto già pronto, che comprendeva l’asfaltatura del piazzale e la costruzione di un marciapiede da qui fino a Pian di S. Bartolo”, e pare che il Comune abbia chiesto alla Regione una proroga per usufruire dei ricavi dei mondiali di ciclismo del 2013. Per il momento, però, “è tutto bloccato”.

I negozi (tra cui una farmacia, un parrucchiere e il bar) si trovano sotto un portico al termine di una piccola scalinata. In assenza di una pedana adeguata, i disabili non possono raggiungerli. “Siamo costretti a prendere le carrozzine di peso e a portarle su”, continua il barista. I vigili a volte arrivano, sollecitati dagli abitanti ed esercenti della zona. Ma la situazione resta la stessa.

Il comitato Via Bolognese è molto attivo in questo senso e in passato aveva anche qualche contatto in consiglio comunale: si riunisce periodicamente per cercare soluzioni a problemi ormai radicati in una zona che sembra abbandonata a se stessa. Anche per quanto riguarda la sicurezza notturna. “Dal maggio 2007 a lunedì scorso abbiamo depositato 35 denunce per furto nel bar. Per 12 volte in 8 anni i ladri sono riusciti a entrare e a rubare”. 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »