energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

A Trespiano lo spazio per seppellire i feti esiste dal 1996 Cronaca

Uno spazio per i feti morti nel cimitero di Trespiano a Firenze? La polemica per l’inclusione di questa possibilità nel nuovo regolamento di polizia mortuaria, appena approvato dalla giunta fiorentina, infuria, ma, appena scoppiata, è già vecchia di almeno 18 anni. Se infatti nella delibera comunale, subito finita nell’occhio del ciclone, si menziona il “diritto alla sepoltura per i feti ‘’inclusi i prodotti abortivi e i prodotti del concepimento”, è anche vero che la disposizione non introduce alcuna novità quanto tale spazio, a Trespiano, esiste dal 1996, quando fu aperto sulla base di una legge nazionale di sei anni precedente.

“Si tratta di un’area dove da molti anni vengono portati i bimbi mai nati dai genitori che desiderano avvalersi di tale diritto – spiega l’assessore alle politiche sociosanitarie Stefania Saccardi – e dove e’ possibile depositare, come segni di riconoscimento e omaggio, pupazzetti, croci, o altri oggetti analoghi. La stranezza è che quando fu attivato, nel 1996, non ci fu alcuna polemica: perché ora invece sì?”, si chiede l’assessore. Bella domanda. Anche perché la disposizione incriminata altro non fa che limitarsi ad aggiornare, con le altre norme, un regolamento di polizia mortuaria risalente addirittura al 1969.

In ogni caso, e nonostante questo, l’atto, che per entrare effettivamente in vigore dovrà essere approvato dal consiglio comunale, è già al centro di numerose polemiche. Più che altro ascrivibili al partito di cui il sindaco Matteo Renzi fa parte, il Pd: “Questa scelta deve essere revocata”, sbatte i pugni sul tavolo la senatrice Vittoria Franco. “Una regola agghiacciante”, rincara la dose la collega Magda Negri. Manco a dirlo, applausi a cascata piovono invece dal Pdl. “Un passo importantissimo verso il pieno riconoscimento del valore della vita”, alza il pollice il consigliere di centrodestra Francesco Torselli. Il primo cittadino, dal canto suo, ha sottolineato come ‘’ dal 1996 ad oggi 1019 feti sono stati seppelliti nella città di Firenze: non capisco perchè fare polemica su una norma che è stata semplicemente recepita in un regolamento che non veniva rinnovato dal 1969. Il nostro – ha concluso – è stato solo un atto di civiltà”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »