energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Speciale Carbosulcis, la rassegna stampa di oggi STAMP - Lavoro Nuovo

Lavoronuovo dedica una “rassegna stampa speciale” a quanto sta succedendo nell’area mineraria del Sulcis, nel sud ovest della Sardegna. La Carbosulcis di Nuraxi Figus, una delle ultime miniere in attività per il carbonfossile in Europa, sembra destinata a chiudere entro fine anno; la notizia arriva a colpire un territorio già falcidiato dalla crisi e dalla disoccupazione (Alcoa, Vynilis, Eurallumina..). La politica del rinvio utilizzata spesso per evitare decisioni strategiche sulla riprogrammazione o  riconversione delle grandi imprese si è spesso rivelata infruttuosa, avvicinando inesorabilmente i lavoratori alla cassaintegrazione e a successive situazioni di non-occupabilità, in un momento storico dove trovare lavoro è difficile per chiunque, e lo diventa ulteriormente per lavoratori non più giovanissimi e difficilmente ricollocabili in contesti delicati come quello sardo.

Ecco perché 120 minatori della Carbosulcis domenica notte hanno occupato un pozzo a 370 metri di profondità,barricandosi nella miniera nella quale lavorano. Dandosi il cambio ogni 8 ore, gli operai hanno deciso di rimanere nella miniera ad oltranza, come già fecero nel 1995 asserragliandosi sotto terra per oltre 100 giorni. A differenza di allora, però, hanno portato con loro 400 chilogrammi dell’esplosivo utilizzato negli scavi. Una mossa dettata dalla disperazione, e dalla necessità di ottenere un’attenzione che finora li è stata troppo spesso negata.

La Regione, proprietaria unica della Carbosulcis, non sembra convincere l’Unione Europea del suo progetto di riconversione degli impianti produttivi del Sulcis; d’altra parte, l’obbligo (stabilito proprio da Bruxelles) divprivatizzare la miniera entro il 2013 accentua le difficoltà logistiche e le ansie degli operai. Che,  al faraonico piano proposto dalla Regione (depurare il carbone sardo dall’altissima percentuale di CO2), propongono un’alternativa: un investimento di un miliardo e mezzo di euro da distribuire in 8 anni, con  l’impegno di Enel ad abbassare il costo dell’energia a livelli competitivi.

Copyright: www.lavoronuovo.org

Rassegna stampa 28 agosto

 

Foto: www.fanpage.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »