energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Spending review: la Regione prova a tagliare sui costi per gli affitti Politica

La Regione Toscana, nell’ottica della spending review, tenterà di dare il buon esempio riducendo i costi di gestione con la dismissione di quasi tutti gli affitti per gli immobili non di sua proprietà. Attualmente sono 17 gli immobili affittati da Giunta e Consiglio regionale e costano 3.870.000 euro l’anno. Nel 2013, però, si prevede di riuscire a risparmiare 1.186.000 euro, portando le spese di affitto a 2.844.000 euro. Nel 2014, poi, gli affitti dovrebbero arrivare a costare alla Regione soltanto 268.000 euro. La riduzione delle spese per gli affitti significherà non solo dismissione degli immobili, ma anche spese di trasloco (200.000 euro) ed accorpamento di uffici con la conseguente maggior efficienza dei servizi per i cittadini. In due anni, fra il 2013 ed il 2014, quasi un quarto dei dipendenti della Giunta regionale (500 circa) traslocheranno dalle sedi di via Bardazzi, via Toscana e via Alderotti, a Firenze, per essere redistribuiti nei palazzi A e B di Novoli, a Villa Fabbricotti, in via Pietrapiana, in via Farini ed a villa Basilewski. Si risparmierà anche eliminando i magazzini affittati in via Valdipesa e via Tagliaferri, che costano 210.000 euro l’anno e che verranno rimpiazzati da quelli di proprietà della Regione all’Osmannoro, a Quaracchi ed a Ospedaletto (Pisa). Le biblioteche della Giunta e del Consiglio regionale saranno unificate a Palazzo Cerretani, con la conseguente eliminazione dell’affitto di via Ricasoli (329.000 euro l’anno). Fuori Firenze, si elimineranno le spese (338.000 euro l’anno) per l’archivio del Genio Civile di Pisa, quelle (138.000 euro l’anno) per l’archivio di Lucca, quelle (69.000 euro l’anno) per l’archivio di Arezzo, quelle (20.000 euro l’anno) per gli uffici dell’Arsia di Grosseto e i 49.000 euro annui spesi dalla Regione per le sedi di Roma. Per sostituire alcune delle strutture in affitto che verranno abbandonate, la Regione potrebbe puntare sulla costruzione di un terzo palazzo a Novoli (costo stimato 12.000.000 di euro in 3-4 anni) o sulla ristrutturazione dell’ex Meyer (costo stimato 10.700.000 euro).

Foto: http://www.regione.toscana.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »