energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Spesa a Km zero: consumatori e produttori della rete di Campagna Amica non risentono dello sciopero Notizie dalla toscana

“L'emergenza creata dal blocco dei Tir -ha commentato Riccardo Andreini, presidente di Coldiretti Pistoia- ha evidenziato la bontà e l'efficacia di un nuovo modello distributivo. Il Km zero porta vantaggi ai consumatori e agli agricoltori. Che in questi giorni hanno potuto acquistare e vendere frutta e verdura di stagione senza subire gli effetti della speculazione o la perdita di merce”.
La filiera corta si dimostra sempre di più strategica in un contesto economico di forte incertezza.
“Questo episodio rafforza i nostri propositi -continua Andreini- di aprire ulteriori Mercati e di dar vita alle Botteghe di Campagna amica, per rafforzare quel sodalizio tra imprese agricole e consumatori. Pertanto invitiamo anche altri agricoltori a far parte della nostra moderna rete distributiva”.

Al momento i mercati Campagna Amica settimanali si svolgono
– ogni martedì a Pescia, P.za Ex Mercato dei Fiori (8.30-12.30)
– ogni mercoledì a Monsummano Terme, Piazza del Popolo (8.30-12.30)
– ogni giovedì a Quarrata, Piazza Risorgimento (8.30-12.30)
– ogni sabato a Pistoia, Via dell'Annona, 191 (8.30-14.30)

Cos'è il Progetto Campagna Amica: per una filiera agricola tutta italiana?
Il progetto della costruzione di una filiera agricola tutta italiana ha l’obiettivo di realizzare un grande sistema agroalimentare che premi i produttori e offra ai consumatori prodotti di qualità e a un giusto prezzo.
L’obiettivo è quello di tagliare le intermediazioni ed arrivare ad offrire il prodotto agricolo “cento per cento italiano” firmato dagli agricoltori, attraverso una estesa rete commerciale nazionale, capace di creare più concorrenza e trasparenza, più potere contrattuale per gli agricoltori, più vantaggi per i cittadini: la Rete Nazionale dei Punti Vendita di Campagna Amica.
I produttori agricoli che fanno capo a Coldiretti, e che aderiscono al Progetto Campagna Amica, hanno scelto di aderire ad un regolamento disciplinare volontario che prevede:
che i produttori interessati ai mercati agricoli (farmer’s market) si associno per la realizzazione delle attività di vendita; che la vendita avvenga con un preciso controllo dei prezzi praticati (meno 30% sui prezzi giornalieri rilevati dal sistema Sms consumatori www.smsconsumatori.it); che l’associazione per la gestione del mercato controlli i requisiti di ciascun produttore.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »