energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Spettacolo per “una casa alle Caldine” My Stamp

Uno spettacolo a favore di “Una Casa a Caldine”, il centro di socializzazione per ragazzi diversamente abili. Domenica 23 dicembre (ore 16) alla Polisportiva della Valle del Mugnone, la Compagnia errante fiesolana mette in scena la commedia brillante in vernacolo fiorentino “La bottega di Sghio”: opera in tre atti di Giovanni Bongini.Chi vorrà, per assistere allo spettacolo, potrà lasciare un’offerta libera che sarà destinata al sostegno del progetto “Una Casa a Caldine”. A dare vita ai personaggi sul palco Marcella Mugelli (Bettina), Serena Crescioli (Amalia), Cosimo Ravoni (I’ Sor Lorenzo), Niccolò Bonaiuti (Astianatte), Massimo Ravoni (I’ Gobbo), Cosimo Latini (Poldino), Marco Bonsignori (I’ Sor Anchise), Marisa Cangini (Costanza), Carla Lippi (Caterina) e Lavinia Petrozza (Agnese).  Regia, scene e costumi sono a cura della Compagnia.
Il progetto “Una Casa a Caldine”  è una realtà che accoglie le persone con disabilità del Comune di Fiesole e del Comune di Vaglia. Lo spazio accoglie il Progetto Strada facendo e LaboratoriAmici  (Progetti della Società della salute di Firenze-Zona Nord-Ovest, del Comune di Fiesole e del Comune di Vaglia gestito dalla Cooperativa CONVOI del Consorzio CO&SO Firenze e reso possibile grazie alla preziosa collaborazione con la Fratellanza popolare della Valle del Mugnone). Oltre a costituire un centro incontri per persone con disabilità volto a promuovere attività qualitativamente alte del tempo libero, Una casa a Caldine cerca di favorire l’inclusione aumentando la partecipazione dei suoi abitanti alla vita sociale della comunità di riferimento e sensibilizzando la cittadinanza alla problematica della disabilità, perché la diversità non sia vista semplicemente come un’istanza da temere ed evitare ma da incontrare e conoscere scoprendo che se ne può uscire arricchiti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »