energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sport dilettantistico, Giorgetti: “Contributi per gli impianti” Sport

Firenze – “Lo sport è in crisi. ‘Le società sportive  dilettantistiche sono in una crisi profonda, hanno gli impianti chiusi e rischiano di non riaprire. Le società dilettantistiche – spiega il presidente della Commissione cultura e sport del Comune di Firenze Fabio Giorgetti – sono il ‘cuore buono’, la parte sportiva costituita da tanti volontari, da tanti appassionati,sempre in contatto con le famiglie e con i nostri ragazzi e che rivestono un’importante ruolo sociale ed educativo.

Queste società oltretutto  permettono di integrare i redditi delle famiglie con piccoli rimborsi, a quelle persone che per amore, e perché coinvolti dai figli che svolgono attività sportiva o per passione, condividono con le società le problematiche di tutti i giorni come in un contesto familiare. Dal 9 marzo tutti gli impianti sono chiusi, le società sportive non hanno gli strumenti a disposizione delle società professionistiche, non hanno la stessa attrattività né tutte quelle particolarità che le società professionistiche possono sfruttare. Il mondo delle società dilettantistiche è difficile, più di tutti.

E tutte si pongono un dubbio: come faremo a riaprire? Come riaprire ed in che modo? Sono tante le società sportive dilettantistiche che hanno sottoscritto mutui per migliorare gli impianti che, nella maggior parte dei casi, sono di proprietà comunale. Molti si domandano come faranno a pagare le bollette, come ottemperare agli obblighi di sicurezza anti COVID 19 quando si potrà ripartire.

Per parlare e condividere tutte le problematiche ho creato una chat tra circa 40 presidenti di società sportive di Firenze, Grosseto, Sesto Fiorentino, Prato, Calenzano per fare in modo di parlare con  un’unica voce e  quando il COVID 19 sarà debellato poter ripartire tutti insieme nel migliore dei modi ed in sicurezza.

La peculiarità: il mondo del calcio dilettantistico, perennemente caratterizzato da frammentazione ed incapacità di condivisione di azioni si è unito in modo ‘granitico’ in questa chat denominata: ‘Il calcio ha mille occhi’ portando all’attenzione del governo e della regione toscana una risoluzione che passerà al vaglio del Consiglio comunale, appena possibile, di cui evidenziamo i tratti principali:

Al Governo:

Sospensione dei mutui in essere da banche pubbliche e private fino ad un congruo termine da determinare dopo la riapertura dell’attività sportiva

Sospensione delle azioni esecutive da parte di fornitori e concedenti impianti pubblici e privati fino a giugno 2021

interpretazione estensiva dell’art. 1 D.L n. 23 del  8/4/2020 ‘Misure temporanee per il sostegno alla liquidità delle imprese’ con l’inserimento delle associazioni e società sportive  tra le PMI cosi come definito dalla Raccomandazione della Commissione Europea 2003/361/CE del 06/05/2003, per finanziare la gestione delle società sportive insieme agli interventi specifici dell’Istituto del Credito Sportivo.

creazione di un Credito d’imposta per contratti pubblicitari, da utilizzare esclusivamente in compensazione, per società sportive dilettantistiche nella misura del 50%. 

Alla Regione Toscana:

Contributi a fondo perduto per la manutenzione ordinaria dell’impiantistica sportiva e il rispetto delle normativa di sicurezza per il contrasto al COVID 19

Il tassello finale che le società auspicano è  il confronto con le amministrazioni comunali del territorio per ridisegnare insieme un orizzonte temporale, interrotto dal COVID 19, per le convenzioni e per trovare una forma di finanziamento per la manutenzione straordinaria sugli impianti sportivi.

Ringraziamo l’assessore Guccione, l’assessore Saccardi, il presidente del Consiglio regionale Giani, il presidente del CRT/FIGC Toscana Paolo Mangini e mettiamo il nostro lavoro a disposizione perché tutti insieme possiamo tutelare il calcio dilettantistico ed ottenere i risultati sperati”.

Foto: Fabio Giorgetti

Print Friendly, PDF & Email

Translate »