energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sputi e botte all’arbitro dopo la partita, stangato il Pieve al Toppo Sport

Ancora gli arbitri nel mirino nel calcio dilettanti e ancora mano severa del Giudice Sportivo che ha colpito con una mazzata pecuniaria il Pieve al Toppo 06 a cui è stato ordinato di pagare una somma di 3.500 euro. Questi i fatti come li riporta il Comunicato ufficiale del Comitato regionale toscano: "Per avere, propri sostenitori a fine gara, assunto grave e ripetuto contegno offensivo e minaccioso verso il D.G. che rientrava negli spogliatoi. Contegno accentuato da sostenitore che si arrampicava minacciosamente sulla rete di recinzione. Per aver reiterato tale comportamento anche quando l'arbitro si trovava all'interno del locale a lui riservato mentre singolo sostenitore indirizzava uno sputo all'interno dello spogliatoio approfittando dell'apertura di una finestra priva di protezione, sputo che cadeva a circa due metri dall'ufficiale di gara.
Per avere successivamente, allorche' il D.G. abbandonava l'impianto, posto in essere azioni aggressive ne di lui confronti nonostante la presenza di un dirigente locale. In tale frangente un sostenitore afferrava l'arbitro con vigoria ma senza procurare dolore, per la parte superiore della camicia mentre gli rivolgeva frasi ingiuriose ed intimidatorie. Nel contempo, altro sostenitore, colpiva il D.G. con un pugno che lo raggiungeva sul lato dx del corpo all'altezza delle costole provocandogli lieve dolore. Sanzione limitata per il fattivo comportamento del citato dirigente locale".

Sempre in Seconda categoria risalta la sqaulifica fino all'11 aprile per N. C. del Monzone 1926 "espulso per aver offeso il D.G., alla notifica si avvicinava con fare minaccioso ed irriguardoso e nel contempo lo spintonava appoggiando violentemente le mani sul petto dell'arbitro, procurandogli momentaneo dolore. Desisteva dall'atteggiamento intimidatorio".

Foto: cn24.tv

Print Friendly, PDF & Email

Translate »