energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Stabilità, la Regione cede agli enti locali 61 milioni di capacità di spesa Economia

La Regione ha deciso di dare una boccata d'ossigeno agli enti locali "impiccati" dal patto di stabilità, cedendo loro 61 milioni della propria capacità di spesa. Una decisione che la Regione ha confermato nonostante il "bavaglio" del patto di stabilità sia stato ristretto anche per lei, che quest'anno avrà quasi 250milioni in meno da spendere.
In concreto, con questa decisione si dà agli enti locali, Comuni e Province, la possibilità, risorse in cassa, di alzare per un certo ammontare il tetto imposto dal patto di stabilità nazionale, quello troppo basso di cui si lamentano proprio parecchi enti locali costretti a rinviare investimenti importanti pur avendo i soldi per realizzarli. Lo potranno fare gli enti in grado di usufruire dei benefici del cosiddetto "patto di stabilità verticale". 

Ieri la giunta regionale ha deciso criteri e spazio finanziario di cessione, vale a dire 61 milioni, come annuncia l'assessore Vittorio Bugli che spiega che la decisione è stata presa utilizzando una chance offerta dalla legge di stabilità varata l'anno scorso. L'operazione si completerà entro maggio.
La distribuzione della quote prevista: 56 milioni su 61 andranno per tre quarti ai comuni, vale a dire 42,3 milioni, un quarto alle Province,vale a dire 14 milioni, e la priorità sarà data a opere strategiche e urgenti, oltre alla viabilità. Altri 4 milioni e 600mila euro andranno nelle spese in conto capitale, vale a dire gli investimenti, per i Comuni che dovranno affrontare nel 2013 opere di rirpistino rispetto alle frane e alluvioni subite nel 2012.
Le domande da parte degli enti locali dovranno essere presentate entro metà maggio, mentre entro il 31 maggio saranno rideterminati gli obiettivi progrqammatici degli enti locali. Un ulteriore controllo verà eseguito in ottobre, e sarà verificata la possiblità di ulteriori cessioni, calcolate in base alle spese fatte dalla Regione e all'esaurimento o meno della capacità si spesa.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »