energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

STAMP consiglia: arte e design, in Borgo Albizi e oltre Cultura

Firenze – Oggi alle 18,30 presso la Galleria FYR Arte contemporanea, in Borgo degli Albizi 23, si inaugura la mostra dell’artista cinese Sun Lian Gang, ideatore dell’Ideografismo Orientale (nella foto).  Nel comunicato leggiamo che “nel variegato mondo dell’arte cinese, che dal 1985 ha modificato il suo percorso, attraverso una serie di cambiamenti sociali, culturali e politici, dando vita al boom economico, l’artista Sun Lian Gang, fondatore dell’astrattismo ideografico contemporaneo, basa la sua ricerca sull’esperienza antica della calligrafia cinese e il concetto stesso che questa ha rappresentato nella millenaria storia del paese, ma compone le sue opere con una nuova linfa vitale e creativa che, attraverso il segno, si libera dall’immaginario del linguaggio tradizionale per raggiungere una mitezza e una raffinatezza espressioni della nuova idea artistica. Sun Lian Gang, crea le sue opere, esprimendo un’idea, ben lontana, dal suo significato occidentale. L’ideografismo astratto orientale di cui Sun Lian Gang è maestro, rappresenta un cambiamento nel panorama artistico tradizionale cinese, che, partendo dalla cultura antica, trasforma gli elementi fondamentali calligrafici in un’idea nuova dove non esiste una ricomparsa di elementi acquisiti ma un salto creativo, un evento innovativo, in una  dimensione culturale in cui l’artista Sun Lian Gang  intravede un  nuovo percorso dell’arte cinese". Suona attraente.
Spostiamoci oggi anche in Via Maggio dove fino al 24 dicembre si svolge la seconda edizione di CONTEMPORANEAMENTE. Questo è un progetto ideato dall’Associazione Via Maggio, finalizzato a dare risalto a tutte le realtà presenti nella storica strada e che offrono ed incoraggiano forme di arte, design, artigianato e cultura contemporanea. Più di trenta spazi e gallerie offrono un tema contemporaneo con un ricco calendario di eventi (esposizioni/lectures/presentazioni) dedicato ad appassionati, collezionisti o semplici curiosi . Anche Le Arti Orafe, scuola fiorentina per l’oreficeria contemporanea, ha coinvolto undici Gallerie Antiquarie di Via Maggio che ospitano, in un simbolico legame tra presente e passato, gli originali gioielli progettati per l'occasione da due importanti designer italiani, Carla Riccoboni e Barbara Uderzo, oltre a studenti, ex studenti e collaboratori della scuola. Ogni bottega espone nelle sue vetrine o negli spazi interni alcuni oggetti di oreficeria contemporanea. www.artiorafe.it
Ecco alcuni luoghi speciali: Otto luogo dell’arte con Boralevi e Selfhabitat Firenze. L'installazione di Mauro Lovi nella galleria Otto di via Maggio ci racconta il Centavolo, una scultura in legno in scala al vero, immersa in un ambiente dipinto con graffiti di visioni centavolesche. Oltre ad oggetti e utensili del Centavolo, realizzati con materiali e tecniche dell'artigianato toscano, a terra sarà posizionato un tappeto appositamente disegnato da Lovi della Collezione dei Tappeti di Otto per Boralevi, come gli altri due della collezione che saranno presentati nel negozio Boralevi  in Via Maggio 16 rosso. Qui un protagonista del mondo del design che si confronta con l'arte, Alessandro Mendini presenta uno dei suoi lavori più emblematici e “storici”: La poltrona Proust, opera esposta nel cortile della galleria Otto e dialogante con una versione speciale esposta in vetrina.
Alla Galleria Botticelli Antichità si può ammirare la mostra SAMMELN con le opere contemporanee realizzate dagli artisti Giovanni Blanco e Francesco Falciani. Una mostra ispirata al concetto di “Collezione” – in tedesco Sammeln – rielaborato in relazione alle sue molteplici espressioni: dalle pregiate collezioni d'arte come quella ospitata dalla Galleria con cui dialogheranno i lavori esposti, alle raccolte stereotipate come quelle di farfalle o soprammobili, dal bisogno patologico di chi accumula oggetti di ogni sorta, alla wunderkammer o camera delle meraviglie in cui i collezionisti del Cinquecento e del Seicento  conservavano i loro tesori. Le opere saranno visibili fino a sabato 12 gennaio 2013.
TETHYS GALLERY  Via Maggio 58 r,  www.tethysgallery.com presenta DUSKFALL MEMORIES – La mostra che si tiene negli spazi dell'unica galleria fiorentina dedicata esclusivamente alla fotografia contemporanea, presenta una selezione di fotografie di Eva Sauer giovane artista tedesca. Fino al 6 gennaio 2013.
GIOVANNI PRATESI ANTIQUARIO. Palazzo Ridolfi – Via Maggio 13, propone le sculture di MARCELLO GUASTI. Allievo di Pietro Parigi, uno dei maggiori incisori del Novecento, dopo un esordio da xilografo si cimenta nella pittura durante gli anni Cinquanta. Dal 1958 si dedica principalmente alla scultura realizzando opere di impegno civile, in Italia e in Europa. Tra le opere: il monumento ai tre carabinieri Medaglia d’Oro sul colle di San Francesco a Fiesole (1964), quello in pietra boema a Horice (Praga) del 1967, il monumento ai partigiani caduti nella battaglia di Pian d’Albero in Piazza Elia della Costa a Firenze (1970), i monumenti in pietra di Soest Westfalia, in Germania, e di Pesaro. Durante gli anni Sessanta vive una fase di abbandono completo della figura per aderire alla cosiddetta tendenza dell’Espressionismo informale, con opere dalla plasticità mossa e magmatica. Alla fine del decennio lo scultore ricorre infine a un linguaggio di forme geometriche.
All' ECLECTIC HOME , Via Maggio 60 r, il designer Daniele CASTAGNOLI –All’interno di questo nuovo spazio dedicato all’arredamento contemporaneo aperto solo da pochi mesi in Via Maggio sono esposte alcune opere della collezione permanente di Eclectic Home realizzate da Daniele Castagnoli i cui lavori si trovano presso la Fondazione Spadolini, a Parigi e Lugano: sculture in acciaio corten, gioielli in acciaio e argento e opere eclettiche come la galleria che lo espone. (PB)


 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »