energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Stamp Editore presenta due libri all’Ibs, grande successo di pubblico Cultura

Firenze – Oltre 100 persone, la saletta dell’Ibs è gremita e la gente trova posto in “piccionaia”. Il successo di pubblico è innegabile, per la presentazione di Brevi di Cronaca nera di Franco Valleri e di Giallo Pallido in libreria  di Giovanni Pecchioli, i due nuovi libri di Stamp Editore, la casa editrice che pubblica il quotidiano on line StampToscana.it. Si tratta di uno “sbarco” in grande stile della casa editrice che recupera spazio in un ambito, quello della pubblicazione dell’inedito, che negli ultimi anni, proprio a Firenze, ha visto restringersi il cerchio dei suoi attori.

Serata brillante e divertente quella di ieri sera, condotta dal direttore di StampToscana Piero Meucci insieme a Giuseppe Previti, grande esperto di gialli, di libri e scrittori, giornalista egli stesso e fra i fondatori di quel Club del Giallo di Pistoia che ha messo a punto uno dei premi nazionali per scrittori di gialli che sta imponendosi come uno fra i più importanti e quotati del panorama italiano. Oltre a Meucci e Previti, il prezioso intervento di Marco Vannini, che ha introdotto Giallo pallido.

A tu per tu col pubblico anche gli autori, Stefano Martinelli per Brevi di Cronaca e Giovanni Pecchioli per Giallo pallido, che hanno interloquito col pubblico. Franco Valleri è il fortunato pseudonimo di due autori fiorentini, appassionati ed esperti ambedue di narrativa poliziesca, alla quale hanno dedicato antologie, studi e ricerche ospitati su varie riviste e pubblicazioni. I due autori sono Renzo Martinelli e Graziano Braschi, docente universitario di storia contemporanea, discendente di una dinastia di giornalisti fiorentini il primo;  bibliotecario e curatore di mostre, attivo a lungo presso il Gabinetto Vieusseux, il secondo, recentemente scomparso. Le loro storie più o meno tragiche, più o meno comiche, ma raccontate con grande gusto narrativo,  ruotano intorno alla figura di un investigatore sui generis, un redattore della cronaca nera della Nazione, Paolo Giunti, attivo fin dagli anni 30 e ispirato alle vicende di un giornalista realmente esistito. 

L’autore di Giallo pallido in libreria è Giovanni Pecchioli, scrittore al suo esordio dopo aver guidato per molti anni l’azienda di famiglia nel settore della ceramica, molto nota a Firenze. Il protagonista del libro è un nuovo singolare investigatore, Oscar, che vorrebbe godersi in pace la pensione ma la sua irrefrenabile curiosità unita a un talento fuori del comune nel  risolvere enigmi e rompicapo lo trasforma in un singolare detective, un po’ Maigret e un po’ Sherlock . Tutto l’intreccio parte da un singolare episodio che gli capita durante una delle sue consuete visite alla libreria preferita: un libro in scaffale di color giallo pallido che nessuno sa come sia finito lì. E’ a quel punto che scatta la sua inesorabile ostinazione a vederci chiaro in tutte le situazioni con l’affettuoso e caustico sostegno della moglie Greta.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »