energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Mostre e dintorni. I consigli di STAMP Cultura

E’ sabato la giornata quando si concentrano le inaugurazioni, quindi oggi alle ore 18, apre alla SACI Gallery, via S. Egidio 14 a Firenze, la collettiva COME/beCOME che riunisce le opere nate dallo scambio fra gli artisti scelti dai curatori e gli studenti della SACI: 
Marco Biagini, Lorenzo Cianchi, Ilaria Costanzo, Manuela Mancioppi, Pietro Manzo, Katiuscia Mari, Martina Pancrazzi, Viola Pinzi versus Katina Bitsicas, Shannon Kallsen, Shannon Mc Donnell, Anna Rose, Vinicius Sanchez, Jon Verney.
Alla Galleria La Corte, che collabora con la SACI, un evento parallelo, dal titolo "The Garland of Secret Code" dell’artista buddista Tashi, uno studente Taiwanese, residente a New York, il cui lavoro è dedicato alla scrittura Nushu, un linguaggio delle donne, di una società in cui le donne, in uno stato di segregazione, non avevano il diritto alla scrittura. Al Museo Gucci di piazza Signoria sono esposte 3 opere più un video di Paul Fryer. Essendo realistici e straziati corpi in cera, un Cristo sulla sedia elettrica e una Ofelia rattrappita (il terzo è una naturale corona di spine), si sarebbe tentati dal pensare che M. Pinault abbia voluto iniziare qui da noi un museo delle cere, ma noi ne abbia già un esempio magnifico alla Specola, perciò no grazie!

Domenica 18, al Mac'n, lo spazio espositivo di Villa Renatico-Martini di Monsummano Terme (PT), in occasione della 7° edizione del Premio Internazionale Biennale d'Incisione, gli alunni dell'I.T.C. “Francesco Forti” avranno la possibilità di fare da guide turistiche al Museo di Arte Contemporanea e del Novecento (Mac'n). Nel museo è allestita una mostra di due artisti del Novecento, Pietro Annigoni (1910 – 1988) e Marc Chagall (1887 – 1985), le cui incisioni è possibile ammirare nella sala delle colonne della bella villa monsummanese.  Accanto alle opere dei due famosi maestri sono esposte altre sessantasei opere di giovani, tutti iscritti alle Accademie di Belle Arti.

Alla Galleria Marcorossi di Pietrasanta (Lucca), Chris Gilmour e i suoi spettacolari oggetti di carta (foto 1 a fondo articolo), che includono biciclette di dimensioni reali.

Si è appena aperto a Siena, alla Galleria Brick, via Pendola 8, il decimo ed ultimo appuntamento del ciclo dedicato allo scopo dell’arte, qui rappresentato dalla suggestiva opera “Per purificare le parole” (foto in alto e foto 2 a fondo articolo) di Gilberto Zorio. Emblematica a partire dal titolo che ne riassume la poetica concettuale,  quest'opera è un vero e proprio strumento spaziale e simbolico. Dal boccaglio recettore attraverso il giavellotto vettore, le parole passano in un vulcano modellato con sabbia dello Stromboli catalizzata da elementi naturali, evocando il fuoco che purifica gli elementi.

A Lucca venerdì il Pavillon, via Mordini 64, ha inaugurato il suo secondo progetto con l'artista islandese Gudrun Benonysdottir alla sua prima personale in Italia. Il titolo "Doing time" richiama principalmente il rapporto con il passato, il farsi del tempo e la produzione di memoria. "Doing time" è anche concepito come il prototipo di una mostra itinerante da Lucca a Reykjavik a partire dal catalogo, che diventa parte integrante del progetto.  Visibile su appuntamento, cell. 3425829365.

Al Museo Civico del Comune di Pistoia l’evento di sabato è nelle Sale Affrescate del Palazzo Comunale, alle ore 17,30: la mostra "Andrea Lippi Disegni. Strane fantasie, ignoti desideri, pallide visioni, sogni,chimere", dedicata all'attività grafica dello scultore pistoiese Andrea Lippi (1888 – 1916), curata da Annamaria Iacuzzi e realizzata dal Centro di Documentazione sull'arte moderna e contemporanea pistoiese.

Preferite l’arte antica? L’unico dipinto di Giorgio Vasari a Pisa, il Martirio di Santo Stefano, conservato nell’omonima chiesa in piazza dei Cavalieri, non ha più segreti: un’applicazione multimediale, realizzata dall’Associazione “Mnemosine Cultura Digitale”, con la supervisione scientifica del Laboratorio Percro dell’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione, della Percezione) della Scuola Superiore Sant'Anna, permette adesso di conoscerne la genesi, lo stato di conservazione, i dettagli sui restauri che hanno permesso di salvare l’opera. Per conoscere passato, presente e futuro di questa preziosa opera basterà un clic. L’applicazione è già accessibile al pubblico durante l’orario di apertura della chiesa, ogni mercoledì e ogni sabato, dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

1) Opera di Chris Gilmour
Chris_Gilmour.jpg


2) Opera di Gilberto Zorio: Vulcano per purificare le parole Anno: 1983, Tecnica: Pelle, terracotta, giavellotto, cera, acciaio, alcol
Dimensioni: h 180 x 383 x 55
gilberto_zorio_ST1.jpg
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »