energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Start Cup Toscana premia quattro idee di impresa Economia, Innovazione

Pisa – A Pisa le quattro idee vincitrici della Start Cup Toscana, il gran premio delle idee di impresa innovative, che in futuro potranno contribuire a migliorare la nostra qualità di vita: la batteria ricaricabile ad alte prestazioni, ma realizzata con materiali a basso costo, proposta da TTSB start up dell’Università di Pisa, vince questa gara ad alto tasso di innovazione; il sistema di orientamento integrato per le persone ipovedenti, utile soprattutto per gli ambienti interni, ideato da NaviGate, spin off della Scuola Superiore Sant’Anna, si piazza in seconda posizione; il software per monitorare le performance dei tennisti, sviluppato da Tennis Commander, spin off in corso di accreditamento dell’Università di Pisa in terza. Menzione d’onore e quarta posizione per Co-Robotics, altra spin off della Scuola Superiore Sant’Anna, grazie ai sistemi avanzati per l’assistenza delle persone anziane.

La finale della Start Cup Toscana è stata ospitata dalla Scuola Superiore Sant’Anna, la giuria è stata composta da rappresentanti di tutte le istituzioni coinvolte nell’organizzazione. Ai primi tre gruppi classificati spetta di diritto l’accesso alla finale italiana del Premio Nazionale dell’Innovazione e il premio in denaro offerto dalla Regione Toscana, rappresentata a Pisa dalla vice Presidente nonché assessore cultura, università e ricerca: 5mila euro al progetto di impresa vincitore (TTSB); 3mila euro al secondo classificato (NaviGate), 2mila euro al terzo (Tennis Commander). Le cifre saranno utilizzate per contribuire al successo dell’idea di impresa. Anche per Co-Robotics, grazie alla menzione d’onore e alla quarta posizione, si aprono comunque le porte per rappresentare la Toscana alla finale italiana del Premio nazionale per l’innovazione. La Start Cup Toscana, giunta alla 12esima edizione, è promossa su iniziativa della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in collaborazione con le scuole universitarie superiori di Pisa e Lucca (rispettivamente Scuola Normale Superiore e Scuola Imt Alti Studi Lucca),  le università di Pisa, Siena, Firenze, con il sostegno finanziario della Regione Toscana.

Ecco una descrizione delle quattro idee di impresa salite sul podio della Start Cup Toscana, scelte fra le dieci finaliste

Prima posizione per TTSB, azienda innovativa del settore energetico che ha ideato e brevettato una batteria ricaricabile ad alte prestazioni, realizzata soltanto con materiali a basso costo e abbondanti in natura, come zinco e manganese. Questa invenzione potrebbe trovare larga applicazione nel settore del cosiddetto “energy storage stazionario” e per impieghi nella “smart-grid”, ovviando al difetto originario delle fonti rinnovabili come quelle solari ed eoliche.  Tali fonti rinnovabili hanno il pregio di ridurre la percentuale di energia elettrica prodotta bruciando idrocarburi, ma per loro natura sono incostanti e non programmabili. Invece, accumulare energia in batterie proprio come secondo l’innovazione che ha vinto la Start Cup Toscana, quando questa è prodotta in surplus o non viene consumata in maniera diretta, permette di usufruire di energia “verde” anche in assenza di sole o di vento.

Seconda posizione per NaviGate, sistema di guida in ambienti interni ed esterni, pensato per aiutare le persone non vedenti nella navigazione pedonale in maniera indipendente, anche in luoghi mai esplorati. Il punto di forza di NaviGate è il funzionamento in ambienti chiusi dove gli attuali sistemi basati su tecnologia gps non forniscono stime accurate di posizione. NaviGate si compone di tre moduli, con differenti funzioni. NaviGate, però, non si ferma alla navigazione di utenti ipo-vedenti. La versatilità del sistema permette di utilizzarlo anche nell’industria del “gaming” e della realtà virtuale, dove l’esigenza di tracciare la posizione dell’utente nello spazio è di primaria importanza per il miglioramento dell’esperienza di gioco, aprendo così nuovi scenari di business.

 Terza posizione per Tennis Commander, primo software di monitoraggio delle performance dedicato ai tennisti di tutte le categorie, professionisti ed amatori, compatibile con smartwatch (Android Wear e iOS) e smartphone già in commercio, senza richiedere l’acquisto di attrezzature dedicate. Basato anche su analisi di Big Data, Tennis Commander si rivolge ai tennisti di tutti i livelli, ponendosi come un allenatore virtuale sempre presente. L’applicazione è unica nella sua categoria: oltre ad identificare il tipo di colpo giocato, rileva la posizione occupata in campo dal giocatore, utile per fornire accurate indicazioni strategiche. L’innovativo sistema di posizionamento e le originali tecniche di “machine learning” sviluppate dal team sono applicabili ad altri ambiti che possono esulare da quello sportivo. 

Menzione d’onore e quarta posizione per Co-Robotics, micro azienda innovativa che si concentra sulla progettazione, integrazione, sviluppo di tecnologie Ict e di sistemi robotici che collaborano con gli utenti, offrendo consulenza e supporto alle piccole e medie imprese in innovazione di prodotto e di ricerca. Co-Robotics propone anche servizi socio-sanitari innovativi per migliorare i processi e la qualità dell’assistenza ad anziani e persone non autosufficienti. L’azienda è in grado di progettare e fornire piattaforme robotiche, reti di sensori e dispositivi indossabili destinati a cooperare con le persone e con le tecnologie Internet. Sistemi robotici avanzati in versioni pre-commerciali sono inoltre nella disponibilità di Co-robotics. L’azienda è dunque intenzionata a portare sul mercato soluzioni tecnologiche innovative nel campo dell’assistenza socio-sanitaria e della robotica di servizio.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »