energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Stasera a Firenze Mastrandrea e Gabbriellini Notizie dalla toscana

Il regista Edoardo Gabbriellini, anche attore, livornese, torna dietro la macchina da presa  con il film “Padroni di casa”, mostrando un bel salto di qualità rispetto al suo film d'esordio, “B.B. e il cormorano” presentato a Cannes nel 2003. Lo dimostra anche nella scelta del cast, oltre che nel modo in cui dirige gli attori, pur dichiarando in modo scherzoso: “hanno fatto tutto loro” . Ottima peraltro la performance di un Gianni Morandi finalmente tornato al cinema, in un ruolo allo stesso tempo lontano e vicino al suo vissuto. Ma soprattutto il duo Germano/Mastrandrea si rivela una coppia affiatata, e che sa essere comica e drammatica al punto giusto senza far mai “cogliere il mestiere”. Questa sera Gabbriellini, assieme all’attore Valerio Mastrandea, saranno a Firenze al Cinema Colonna alle ore 21,30 per assistere alla proiezione e rispondere a tutte le domande del pubblico. Il biglietto intero costa 8 euro, quello ridotto 5. Il film racconta la storia di Cosimo ed Elia,  due fratelli titolari di una piccola impresa edile. Giungono in un paesino dell'Appennino Tosco-Emiliano per effettuare dei lavori sulla terrazza della villa di Fausto Mieli. Fausto è stato un cantante molto popolare che ha lasciato da più di dieci anni le scene a causa di una grave malattia che ha colpito la moglie Moira, e che adesso è costretta su una sedia a rotelle. Ora però il noto cantante sta per fare la sua rentrée con un concerto che si terrà in prossimità del paese i cui abitanti lo ammirano tantissimo. Cosimo ed Elia, con il loro comportamento arrogante, attireranno nel paese simpatie e ostilità, soprattutto perché Elia ha visto qualcosa che non doveva vedere. Secondo una vasta parte della critica cinematografica qualche pecca deriva dalla sceneggiatura che ruota quasi esclusivamente attorno al duplice perno delle due coppie, i fratelli piastrellisti e Morandi e consorte. Anche se, mentre la prova dei due fratelli romani dai caratteri molto diversi regge, il problema sta nella dinamica Fausto/Moira. Ed inoltre, troppe “inverosimiglianze”, compreso il personaggio della badante straniera, che viene sistematicamente quanto semplicisticamente beffata dalla malata.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »