energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Stati generali del turismo, legge speciale e normative per le locazioni turistiche Breaking news, Economia, Turismo

Firenze – Stati generali del turismo a Firenze, quattro importanti risultati portati a casa, secondo quanto dice il sindaco di Firenze, che ha presieduto al confronto, Dario Nardella. Presente la la sottosegretaria Lorenza Bonaccorsi, interventi,  tra gli altri, dell’assessore Cecilia del Re, dell’assessore regionale Stefano Ciuoffo oltre al presidente di Camera di Commercio Leonardo Bassilichi e al direttore di ‘Toscana promozione turistica Francesco Palumbo. Ancora, la vicepresidente di ‘Destination Florence Convention & Visitors Bureau’ Laura Innocenti, il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, l’ex soprintendente Cristina Acidini, il direttore della Fondazione Palazzo Strozzi Arturo Galansino. Oltre a una importante presenza di imprese, professionisti, direttori di musei e centri fieristici, che si sono confrontati per due ore nella Sala dei ‘500 a Palazzo Vecchio.

Per quanto riguarda i 4 punti emersi dal confronto, “Con la riunione di oggi a Firenze, grazie all’intervento della sottosegretaria Bonaccorsi – ha detto Nardella – portiamo a casa la rassicurazione di una norma sulle locazioni turistiche brevi dentro al Collegato Lavoro, un impegno per la tutela e la professionalità delle guide turistiche e degli operatori economici del turismo, una normativa speciale per le città d’arte e la conferma ufficiale che il Governo sta lavorando per integrare il fondo per le mancate entrate dell’imposta di soggiorno”.

In merito alla legge speciale, spiega il sindaco, “si tratta di una serie di norme di semplificazione che possono essere inserite dentro al Collegato Turismo che riguardano turismo, residenza, artigianato, commercio nell’idea di una filiera integrata delle imprese, perché il turismo tiene insieme tutto il contesto, culturale, sociale, imprenditoriale, economico che gira e che produce posti di lavoro”. Fra i punti chiariti nell’incontro di ieri, il fatto che l’emergenza sia comunque “separata da quello che è il lavoro che il governo sta portando avanti sulla promozione economico-turistica del nostro Paese, anche in relazione allo scenario internazionale dal punto di vista della situazione sanitaria”.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »