energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Stazione di Santa Maria Novella, da ottant’anni porta della città Cultura

Firenze – Venerdì 30 ottobre la stazione di Santa Maria Novella compie 80 anni e la città la festeggia con mostre e performance artistiche. Il calendario di eventi che celebreranno l’anniversario è stato presentato stamattina dalla Fondazione Michelucci, promotrice dell’iniziativa insieme al Comune di Firenze e a Grandi Stazioni S.p.A.

Il 30 ottobre 1935 si inaugurava  il nuovo Fabbricato Viaggiatori di Santa Maria Novella, felice risultato di un concorso nazionale bandito nell’agosto del 1932 dal Ministero delle Comunicazioni e vinto dal “Gruppo Toscano” di architetti guidati da Giovanni Michelucci che, a opera finita, dichiarò come il progetto fosse nato “in massima libertà, da tendenze diverse, con vari contributi che non rispecchiavano un unico stile”.

A ottant’anni di distanza la stazione si conferma parte integrante e vitale del centro urbano e il più importante lascito architettonico del Novecento a Firenze, l’ultimo edificio che ha realmente cambiato la fisionomia della città. “Festeggiare questo anniversario è doveroso”, ha detto Tommaso Rossi Fioravanti, presidente della Fondazione Ordine degli Architetti, che insieme all’Ordine stesso ha collaborato all’iniziativa.

Il programma si apre lo stesso 30 ottobre negli spazi della stazione con una performance site specific della compagnia Kinkaleri, in calendario dalle 16.00 alle 18.00, quando quattro performer incroceranno il pubblico di passeggeri. Segue la conferenza inaugurale “La Stazione di Firenze Santa Maria Novella”, alle 17.00 presso la Palazzina Reale, che comprenderà anche gli interventi-lezioni di Francesco Dal Co, docente di architettura presso lo IUAV, e di Claudia Conforti, dell’UNiversità di Roma Tor Vergata. Nel Salone Biglietti alle 18.30 verrà inoltre inaugurata la mostra permanente “La Stazione Firenze SMN. Da ottant’anni la porta della città”, che ripercorre la storia dell’edificio, e un’esposizione temporanea nella galleria commerciale. Gli itinerari espositivi si spostano poi alla Biblioteca delle Oblate, dove l’Archivio Storico del Comune colloca una selezione di documenti intorno al tema “La Stazione in Rassegna”, e alla Biblioteca Nazionale, che colloca nelle sue bacheche materiale “Due inaugurazioni per la città: La Biblioteca Nazionale e la stazione di SMN” (nella giornata del 30 ottobre 1935 le due architetture furono infatti inaugurate alla presenza del re d’Italia). Il Museo Novecento, infine, propone ai visitatori un percorso particolare attraverso le opere d’arte che registrano il clima culturale e artistico degli anni Trenta, mettendo a disposizione una visita guidata prevista per lunedì 14 dicembre.
Tutte le informazioni e gli aggiornamenti su www.architetturatoscana.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »