energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Stelle oltre il buio: un percorso di astronomia per non vedenti Cronaca, Innovazione

Barberino/Tavarnelle –  Andrea Bocelli  inaugura domani 13 novembre un percorso di astronomia per non vedenti presso l’Osservatorio polifunzionale del Chianti fiorentino. Si tratta di una esperienza plurisensoriale che rende i non vedenti protagonisti attivi di un percorso di conoscenza e approfondimento del lavoro di ricerca scientifica.

L’eccezionale esperimento è stato raggiunto al termine di un percorso durato tre anni si realizza il progetto “Stelle oltre il buio” curato da Emanuele Pace, responsabile scientifico dell’Osservatorio, Gianni Paoli e Brigida Cirillo, finalizzato a rendere la scienza fruibile a chi non può vederla. Dopo il taglio del nastro con il tenore, l’ appuntamento proesegue con la visita alla struttura multifunzionale dell’Osservatorio (ore 16.30) per culminare con l’osservazione del cielo al telescopio (ore 17.30), illustrata dall’astrofisico Emanuele Pace (Direttore dell’Osservatorio) e dal suo team.

Il progetto ha previsto la realizzazione di strutture tattili e pianeti 3D e offre la possibilità di ascoltare i suoni originari emessi dai pianeti attraverso l’accesso direttoalla banca dati della Nasa. Il progetto “Stelle oltre il buio” è ideato dall’Unione Italiana Ciechi e dall’Associazione Ludica onlus e finanziato dal programma Pianeta Galileo del Consiglio Regionale della Toscana, dal Cesvot con i progetti di innovazione e di formazione e dal Lions Club di Barberino Montelibertas.

Per la sua realizzazione sono state impiegate le moderne tecniche di stampa tridimensionale, messe a disposizione dalla società Paleos, un laboratorio fiorentino costituito da giovani paleontologi, ingegneri, naturalisti, che ha utilizzato i modelli di realizzazione pubblicati dalla Nasa, e il lavoro degli astrofisici Nasa che ha permesso di convertire in suoni i segnali radio provenienti dai pianeti, dal sole e da altri oggetti dell’universo registrati dalle sonde spaziali. L’iniziativa ha previsto anche un percorso di formazione finanziato da Cesvot e rivolto a volontari resi in grado di trasmettere concetti scientifici ai non vedenti.

In occasione dell’inaugurazione, saranno mostrati altri oggetti e pannelli tattili con strutture 3D realizzati da Paleos o messi a disposizione dagli Astrofili Cascinesi e dal Consorzio Ego che gestisce l’esperimento Virgo a Cascina sulle Onde Gravitazionali. Sarà presentata un’opera d’arte realizzata a quattro mani dai pittori Leopoldo Terreni e Domenico Antonacci e dedicata ai non vedenti.

 

foto Andrea Bocelli

Print Friendly, PDF & Email

Translate »