energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Stensen: Jojo Rabbit e il suo amico molto imbarazzante Cinema

Firenze – Il programma del cinema Stensen. Perché Jojo Rabbit? Perché è un film che affronta in modo originale il tema del nazismo, spaziando con grande intelligenza tra i generi, ammiccando al grottesco senza sminuire il dramma, denunciando con forza che l’assurdo è la cifra di ogni dittatura. E di questo prenderà progressivamente coscienza Jojo, il protagonista di 10 anni, e lo spettatore, che lo seguirà in questa (ri)scoperta.

La riflessione sul potere continua martedì 28 con Queimada, il film con Marlon Brando che Gillo Pontecorvo girò agli inizi degli anni di piombo e che mostra le macchinazioni dei nuovi imperialismi.

Come creare dunque una nuova società? Marco Polo si interroga proprio su questo: la scuola diventa allora il luogo privilegiato dove costruire insieme conoscenze complesse, capacità relazionali, interconnessioni e integrazione.

Jojo Rabbit di Taika Waititi, 108′ – candidato a 6 Premi Oscar

Jojo ha dieci anni e un amico immaginario molto dispotico: Adolf Hitler (interpretato dal regista stesso). Nazista fanatico nonostante il padre al fronte e la madre a casa a fare il possibile contro il regime, Jojo entra nella gioventù hitleriana. Ma tra un’esercitazione e l’altra, scopre che la madre nasconde in casa Elsa, una ragazzina ebrea che ama il disegno, le poesie di Rilke e il fidanzato partigiano. Nemici dichiarati, Elsa e Jojo sono costretti a convivere, lei per restare in vita, lui per proteggere la madre. Ma il condizionamento del ragazzo svanirà progressivamente grazie a un’amicizia più forte dell’odio.

Mercoledì 29 alle 19.00 in lingua originale e sottotitoli italiani.

martedì 28 ore 20.30

La memoria divisa: Queimada di Gillo Pontecorvo, 129′

William Walker, un agente inglese, viene inviato a Queimada, un’isola dei Caraibi, per fomentare una rivolta contro i portoghesi. L’azione di Walker non tende a favorire la popolazione locale nella conquista dell’indipendenza ma, al contrario, mira a far sì che l’Inghilterra possa sostituirsi all’impero delle altre potenze europee nell’America latina. Un film attentamente studiato e dalla forte analisi storica, con un Marlon Brando intenso e sfaccettato.

Marco Polo. Un anno tra i banchi di scuola di Duccio Chiarini, 86′

Un anno di osservazione, all’interno dell’ITT Marco Polo di Firenze, fianco a fianco con i professori, gli studenti e varie figure professionali per raccontare da dentro un mondo unico, quello della scuola, in cui si formano i nostri figli, i cittadini di domani. Tra sfide, progetti di integrazione, riflessioni sui metodi educativi, sull’unione tra cultura e attualità e sulla crescita affettiva accanto a quella cognitiva.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »