energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Steward alle fermate, finiti i soldi, M5S. “Avanti con i percettori di RdC” Breaking news, Cronaca

Firenze – Progetto “Ti accompagno”, finiti i soldi, ci vogliono 280mila euro per riportare gli steward alle fermate dei bus.  Sabato 13 Febbraio sarà considerato ultimato il servizio, dal momento che si considerano esaurite le risorse finanziarie  (400.000 euro) destinate dalla Regione e suddivise per le tutte le province toscane. “La Città Metropolitana di Firenze avrebbe già fatto i conti – dicono i consiglieri del M5S in Comune Roberto De Blasi e Lorenzo Masi –  per ingaggiare gli steward sul territorio di riferimento con l’impiego di 45 guardie giurate e 14 autisti dell’Ataf a terra (59 risorse) sarebbero necessari 280.000 euro”.

Come fare? Ecco la proposta: “Noi – lanciano i consiglieri  -crediamo che il progetto “ti accompagno” debba necessariamente proseguire utilizzando i percettori del reddito di cittadinanza e chiederemo con un question time nel prossimo consiglio se l’amministrazione ha eseguito come promesso le verifiche per l’attivazione dei Piani Utili per la Collettività.   Dalla stampa apprendiamo che Prefettura e alcuni presidi starebbero lavorando al tutoraggio degli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori che possano fungere da accompagnatori dei loro compagni più piccoli all’ingresso e all’uscita da scuola.  Riteniamo che questa eventualità – concludono De Blasi e Masi – esporrebbe le figure individuate a una vera e propria prestazione di lavoro con tutti i rischi conseguenti soprattutto in assenza della stipula di una polizza contro gli infortuni oltre a un’attività evidentemente non remunerata.    Le risorse ci sono, solo nel Comune di Firenze circa 5000 percettori di reddito di cittadinanza che attendono di poter svolgere le 8 ore settimanali in progetti utili per la collettività previsti dalla norma nazionale. La Città Metropolitana e l’Amministrazione Fiorentina devono continuare a garantire la sicurezza dei nostri ragazzi e la prosecuzione della didattica in presenza nelle scuole”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »