energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Storie di guerra e di coraggio della Montagna pistoiese Cultura

Firenze – Ne hanno parlato a Firenze giovedì 5 aprile presso la Biblioteca della Toscana Pietro Leopoldo Andrea Ottanelli, storico e direttore della rivista “Storia Locale”, Gianna Tordazzi, insegnante, Alberto Mori, storico e Alessandro Bernardini, del Gruppo di Studi Alta Val di Lima. L’occasione è stata la presentazione di tre libri che hanno un comune denominatore: la Montagna Pistoiese.

Giuseppe Manzini (Pistoia 1853 – Cutigliano 1925) : storia e scritti di un anarchico pistoiese di Alberto Mori “non è solo una biografia – spiega lo storico Andrea Ottanelli – in cui si delinea la vicenda umana e politica di Manzini ma il libro ricostruisce il quadro storico, economico, politico e sociale del pistoiese tra l’Ottocento e il Novecento, muovendo i primi passi dall’iniziale scelta di Manzini di aderire ai circoli repubblicani per poi abbracciare idee più anarco-socialiste”. Ecco che usando l’analisi storica come un cannocchiale a rovescio si passa dal generale al particolare, dalla grande storia a quella locale ricollocando la vicenda manziniana all’interno del colorato, variegato e frammentato caleidoscopio del movimento anarchico.

Gli altri due volumi, Noi ci s’era…: racconti della seconda guerra mondiale nell’Alta Val di Lima, dalla viva voce di chi li ha vissuti e Noi ci s’era… 2 curati da Gianna Tordazzi raccontano storie di guerra e storie di coraggio. Queste pagine riportano testimonianze della seconda guerra mondiale che coinvolgono tutti gli abitanti del territorio della montagna pistoiese e che sono rimasti indelebili nella mente di ognuno. Sono storie ricostruite attraverso la voce di chi le ha vissute in prima persona.

La memoria – sottolinea la curatrice – è uno strumento fondamentale per non far dimenticare a nessuna generazione l’importanza della tolleranza e della libertà. In ogni memoria c’è tutta la paura, l’angoscia, la motivazione, l’incredulità, l’irreparabile che ogni persona ha vissuto nel proprio intimo”.

Quella raccontata in questi libri, realizzati dal Gruppo di studi Alta Val di Lima in collaborazione con gli alunni della Scuola media Alcide De Gasperi di Cutigliano, è una memoria che si fa storia, attraverso l’incontro fra le generazioni e la cura degli storici sulle fonti. Un’opera collettiva di una comunità che non dimentica il suo passato, anche tragico e che tiene a quel filo conduttore che lega le stagioni, con le sue storie, le sue donne, i suoi uomini.

Il Gruppo di studi Alta Val di Lima è un’associazione nata nel 1996 con l’intento di promuovere e organizzare iniziative culturali che riguardano la Val di Lima, la Montagna Pistoiese e l’Appennino tosco-emiliano. L’Alta Val di Lima è un pezzo di Toscana poco conosciuta, un territorio di confine che si estende tra Lucca e Pistoia fino all’Appennino tosco-emiliano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »