energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Strade, la Regione investe sulla sicurezza Cronaca

La sicurezza della rete stradale toscana al primo posto: sono quasi 6 milioni di euro, le risorse messe a disposizione di Province e Comuni  dalla Regione. Con la èubblicazione del bando, avvenuta il 25 gennaio scorso sul Burt, la Regione si impegna finanziare il 40% del valore degli interventi che saranno proposti, fino ad un massimo di 200.000 euro.
“In questo modo — dice l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao – prevediamo di dare il via a circa 35-40 cantieri, attivando sul territorio regionale investimenti per almeno 15 milioni di euro”.

Un periodo non proprio facile per le amministrazioni, quello odierno. E in particolare sulla viabilità, la Regione ha dato il via a una serie di grandi opere in gran parte incentrate sull’ammodernamento e rsitrutturazione della rete autostradale e viaria in genere. Quanto alla prima, basti ricordare l’annunciata (attualmente ferma alla Valutazione di impatto ambientale, valutazione a carattere nazionale) terza corsia dell’A11 (Firenze-Mare, inizialmente prevista fino a Montecatini, ma che con ogni probabilità continuerà fino a Lucca), la terza corsia ancora da terminare dell’A1, il completamento della Due Mari. Opere che, oltre a godere di finanziamenti statali, verranno conclusi grazie a project financing. Ma, per quanto riguarda la Regione, la priorità pare essere quella della sicurezza.  “Questo non è un periodo facile per le amministrazioni —  conferma l’assessore — le risorse pubbliche scarseggiano, ma la sicurezza stradale è una delle nostre priorità e vogliamo intervenire concretamente. Grazie alle risorse che abbiamo attivato i comuni o le province potranno realizzare opere magari piccole, ma di grande importanza per i cittadini, come marciapiedi, attraversamenti pedonali, punti luce, isole spartitraffico, asfalto drenante, miglioramenti della segnaletica. Si tratta di interventi facilmente cantierabili che potranno concretamente migliorare la sicurezza e la vivibilità dei centri urbani e attivare lavoro sul territorio.”

La scadenza del bando avverrà il prossimo 10 maggio. I progetti presentati entro quella data saranno valutati da una commissione che stilerà una graduatoria in base alla quale saranno distribuite le risorse disponibili.
“Quando parliamo di sicurezza stradale — continua Ceccobao — parliamo anzitutto della necessità di tutelare la salute di chi è al volante, dei passeggeri e di tutti coloro che si trovano lungo le strade. E’ un argomento quanto mai attuale e importante ed è per questo che, nonostante la crisi, non possiamo abbassare la guardia. Il nostro obiettivo è ridurre gli incidenti stradali almeno del 50%. So che è un traguardo ambizioso ma lavoreremo per raggiungerlo”.
Tornando ai numeri, nella primavera scorsa la Regione Toscana aveva messo a disposizione  4 milioni di euro per opere di sicirezza stradale. In soldoni (è proprio il caso di dirlo) nell’arco di dodici mesi l’amministrazione regionale ha investito 10 milioni, vale a dire una cifra complessiva di quasi 30 milioni di euro per la realizzazione di circa 80 interventi su tutto il territorio toscano.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »