energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Strage di Viareggio, pm chiedono 16 anni per Moretti, 15 per Elia Cronaca

Viareggio – Sedici anni per Mauro Moretti e 15 per Michele Mario Elia, ex ad di Rfi. Più, condanne di 9 e 5 anni rispettivamente per i dirigenti di Trenitalia Cargo Salvatore Andronico e Mario Castaldo, e per  Giovanni Costa e Giorgio Di Marco, Rfi. Altri 5 anni per Calogero di Venuta, Rfi Firenze. Sopno queste, le richieste dei pm del processo per la strage di Viareggio, che hanno anche richiesto l’assoluzione per per Andreas Barth dell’officina Jugenthal Waggon di Hannover e Andreas Carlsson responsabile di stabilimento Jugenthal Waggon Hannover. Mauro Moretti era ad di Fs e attualmente si trova a svolgere il ruolo di amministratore delegato di Leonardo-Finmeccanica. Le imputazioni a suo carico, incendio colposo, omicidio e lesioni plurime colpose, disastro ferroviario. Nel disastro ferroviario del 29 giugno 2009 morirono 32 persone per lo scoppio di un treno presso la stazione di Viareggio.

Tra le altre richieste avanzate dai pm,  sanzioni pecuniarie di 1 milione di euro ciascuno per Ferrovie dello Stato e le società Fs Logistica, Rfi, Trenitalia. Stessa cifra per l’austriaca Gatx Rail Austria, titolare del carro che deragliò e da cui si innescò l’incendio in cui morirono 32 persone. Sanzioni per un milione di euro richieste anche a carico delle officine Jugenthal Waggon Hannover dove fu fatta la manutenzione dell’asse del vagone che si spezzò, e Gatx Rail Germania. L’assoluzione invece è stata richiesta per la società italiana Cima Riparazioni, che revisionò il carro che poi deragliò.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »