energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Strage di Viareggio: un presidio dei familiari delle vittime davanti alla stazione di Pisa Notizie dalla toscana

''Siamo qui per informare e chiedere di non dimenticare e per invitare più persone possibile a sfilare con noi in corteo dalla stazione a via Ponchielli la sera del 29 giugno, in occasione del terzo anniversario della strage di Viareggio, per chiedere verità e giustizia''. Lo ha detto Daniela Rombi, presidente dell'associazione dei familiare delle vittime 'Il mondo che vorrei', durante il presidio svolto stamani dalle 9 alle 12.30 davanti alla stazione ferroviaria di Pisa.
''In fondo – prosegue Rombi – chiediamo ciò che ci spetta, ovvero che le persone che tra pochi giorni quando riceveranno l'avviso di chiusura delle indagini diventeranno imputate, si sottopongano a un giusto processo e scelgano di difendersi nelle aule di tribunale e non altrove''.
Stamani l'associazione era presente a Pisa con le gigantografie di alcuni dei 32 morti nel disastro ferroviario e con un grande striscione appeso all'esterno della stazione con la scritta 'Riccardo reintegrato, Moretti processato', riferito al ferroviere Riccardo Antonini licenziato perché consulente delle vittime e all'ad di Trenitalia, che risulta tra gli indagati. ''E' incredibile – aggiunge Rombi – che uno come lui sia stato recentemente nominato cavaliere del lavoro dal presidente Napolitano. Una persona moralmente degna, infatti, non sarebbe andata in televisione a 24 ore dalla tragedia a dire ''Noi non c'entriamo'', invece si sarebbe subito dimesso perché' evidentemente qualcosa era andato storto''. Infine, i familiari delle vittime hanno annunciato che saranno presenti il 5 luglio davanti al tribunale di Lucca dove si svolgerà l'udienza relativa al licenziamento di Antonini.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »