energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Sul tetto di Palazzo Vecchio per Cospito, contro il 41 bis Breaking news, Foto del giorno

Firenze –  Due giovani sono saliti sul tetto di Palazzo Vecchio e hanno srotolato uno.striscione, in solidarietà con Alfredo Cospito, giunto all’ottantatresimo giorno di sciopero della fame per protestare contro il regime carcerario duro 41 bis. In piazza intanto si sta raccogliendo in presidio solidale.

L’azione dimostrativa è accompagnata da una nota diffusa online:

“In solidarietà con la lotta del prigioniero politico Alfredo Cospito ormai a più di 80 giorni di sciopero della fame contro la tortura del 41 bis e dell’ergastolo ostativo, abbiamo occupato palazzo vecchio per prenderci un canale diretto di comunicazione: il 19 dicembre il tribunale di sorveglianza di Roma ha confermato questo regime di tortura, firmando di fatto, la condanna a morte per Alfredo.

Questi giorni sono decisivi per le sue condizioni e non possiamo stare a guardare mentre lo Stato lo lascia morire. Abbiamo preso il tetto del comune per fare sentire la sua voce. Non ci potete più ignorare. Non potete più censurare la solidarietà che sta alzando la testa . Non ce ne andremo di qui finché le nostre richieste non raggiungeranno Roma e chi ne compete.
Quello che chiediamo è molto semplice:
.Abolizione del regime di 41 bis
.Declassamento immediato di Alfredo Cospito dal 41 bis
.la condanna dei mandanti e degli esecutori della strage dei 14 detenuti compiuta a marzo 2020 nelle carceri italiane”.
Sono intervenuti i vigili del fuoco, uno dei quali è riuscito a rimuovere lo striscione afferrandolo da una finestra del Palazzo. Si sta creando un presidio permanente in piazza.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »