energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Suoni dalla Torre: ritorno a Medioevo a Marciano della Chiana Notizie dalla toscana

Marciano della Chiana (Arezzo) – A Marciano della Chiana mancano ormai pochi giorni all’atteso appuntamento con il festival di musica antica Suoni dalla Torre, una delle sezioni del Festival delle Musiche in Val di Chiana. Le classiche tre giornate dedicate alla musica, alla danza e alla storia medievale saranno arricchite quest’anno da un insolito appuntamento con i sapori dell’epoca del XV e XVI secolo.

Inizio giovedì 28 luglio, alle ore 20:00, con “Un Banchetto alla Corte: sapori, musiche e storie tra Medioevo e Rinascimento”. Una serata dedicata alle tradizioni enogastronomiche e musicali del periodo medioevale-rinascimentale, con un tipico banchetto alla corte, realizzato in collaborazione con l’Associazione La Chianina Ciclostorica ed Eventy Catering. Durante il banchetto i solisti dell’Ensemble Anonima Frottolisti eseguiranno brani strumentali e cantati del repertorio medievale e rinascimentale dedicati al cibo e al vino, con interventi recitati estrapolati dalle opere dei più noti esponenti della letteratura e dell’arte dell’epoca: Boccaccio, Dante, gli antichi filosofi, Leonardo, Lorenzo il Magnifico, Poliziano ecc. Ricco il menù dall’antipasto a buffet con cosciotto di porco al coltello, selezione di formaggi e composte, fantasia di frittelle aromatizzate, palle dell’imperatore, crostoncino di fegatini, ai primi piatti di sparagiata e stracci al ragù bianco, al secondo con lumonia di pollo con spianata di verdure per finire con la Torta di Donna Emma. Cena + spettacolo Euro 25,00. Prenotazione obbligatoria presso: Officine della Cultura – 0575 27961; Associazione La Chianina Ciclostorica – 347 5883931.

Secondo appuntamento venerdì 29 luglio, alle ore 10:00, con il “Laboratorio di musica d’insieme”, tenuto dal docente Massimiliano Dragoni dell’Accademia di Arti Antiche Resonars, nonché co-fondatore di Anonima Frottolisti. Una mattina di studio tra stili e strutture guidata da uno tra i più importanti esperti del repertorio dell’epoca. La giornata prosegue alle ore 14:30 con l’apertura della “Mostra di strumenti antichi”, occasione unica per immergersi nei disegni e nelle tecniche della liuteria storica, e alle ore 15:00 con la conferenza “Dall’immagine figurativa alla ricostruzione, dall’icona alla liuteria”, incontro sull’iconografia musicale tenuto dai docenti Massimiliano Dragoni, Vincenzo Cipriani e Luca Piccioni. Alle ore 21:15 chiusura in musica con il concerto dei De Sidera Ensemble “Nelle stanze del re”. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Sabato 30 luglio, alle ore 10:00, inizio della terza giornata con l’originale “Laboratorio sulla ricostruzione della danza storica”, con studio dei manoscritti di danza pervenuti fino ai nostri giorni: Magister Guglielmus ebreo da Pesaro, Domenico da Piacenza e altri. Alle 14:30 prove aperte “Danzasi come”, danza del XV secolo nei manoscritti italiani e francesi. Infine, alle 21:30, “Danzasi come. La danza cantata nell’Umanesimo europeo”, spettacolo-concerto dell’Ensemble Anonima Frottolisti e del gruppo Tripudiantes Dovarensis, uno tra i più importanti gruppi italiani di danza storica condotto da Simona Pasquali. Anche gli eventi della terza giornata sono ad ingresso gratuito.

Ulteriori informazioni: Officine della Cultura, via Trasimeno 16, tel. 0575 27961 – www.officinedellacultura.org, segreteria@officinedellacultura.org. Il Festival delle Musiche, un progetto Officine della Cultura – www.festivaldellemusiche.it –, è sostenuto da Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Comune di Monte San Savino, Comune di Marciano della Chiana, Comune di Lucignano, Comune di Cortona, Comune di Civitella in Val di Chiana.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »