energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Sussulti Metropolitani al via con Cervi, Conticini e Germano Cultura, Spettacoli

Firenze – Paolo Conticini, Valentina Cervi, oltre a Alessandro Haber, Alessandro Paci, Lorenzo Baglioni: è tutto pronto per Sussulti Metropolitani, il festival della piana fiorentina, in scena da domani, martedì 25 agosto, al 29 agosto a Sesto Fiorentino, nel parco di Quinto Basso (via Paganini – via De Andrè). La kermesse si chiuderà con lo spettacolo in realtà aumentata “Segnale d’allarme – La mia battaglia VR” con Elio Germano a Fonte dei Seppi (Monte Morello), nel luogo di una battaglia simbolica dei partigiani. In programma per la prima volta, ci sarà anche un calendario di eventi diffusi nei vari comuni (info e prenotazioni sussulti_metropolitani.eventbrite.it; Whatsapp 3463038170).

La manifestazione è stata presentata nella sede della Città Metropolitana a Palazzo Medici Riccardi. Il festival, a cura di Fondazione Accademia dei Perseveranti, dopo una prima edizione tenutasi a Campi Bisenzio approda a Sesto Fiorentino offrendo un calendario di eventi per tutti e a ingresso libero su prenotazione. Ogni giorno ci saranno non solo spettacoli serali ma anche appuntamenti per i più piccoli, il cuore pulsante di Sussulti Metropolitani, ovvero uno spazio dove anche i bambini possono partecipare in maniera non solo spensierata, ma anche costruttiva, grazie a laboratori di origami, inglese, teatro etc. “Siamo molto contenti di sostenere una rassegna di così alto spessore – afferma Letizia Perini, consigliera della Città metropolitana con delega alle Politiche giovanili e alla cultura -. Credo che questa iniziativa dimostri che aver puntato su questa nuova modalità di unire i territori della città metropolitana sia un modello vincente. I nostri territori sono ricchi di realtà culturali che animano strade e piazze e fanno un lavoro molto importante per la vita delle nostre città: Sussulti Metropolitani credo vada oltre, in quanto – spostandosi ogni anno in un comune diverso –  dà il senso profondo di questa rete e collaborazione”.

Per la prima volta, nel calendario, anche una serie di eventi diffusi nei vari comuni: Maledette Canzoni d’Amore il 26 agosto a Lastra a Signa in Piazza del Comune, il 31 agosto a Calenzano al Giardino del Castello, il 3 settembre a Scandicci alla Casa del Popolo Vittorio Masiani, il 19 settembre a Campi Bisenzio al Giardino de Il Rosi; Un giardino da sfogliare il 27 agosto a Scandicci al Giardino della Biblioteca, il 28 agosto a Campi Bisenzio al Giardino de Il Rosi, il 31 agosto a Calenzano al Parco del Neto; La marcia degli alberi il 5 settembre a Signa al Parco dei Renai). “Per il nostro comune – aggiunge il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi – è un motivo di grande soddisfazione portare nel Parco di Quinto, uno spazio nuovo e ancora tutto da scoprire, un cartellone di grande qualità e per tutti i gusti. Con Sussulti Metropolitani valorizziamo la rete di collaborazione che già unisce i comuni della Piana e che nei prossimi anni dovrà essere sempre più rafforzata, aprendo i nostri territori a nuove opportunità di arricchimento culturale e sociale”.

Ad aprire il festival, mercoledì 25 agosto alle ore 21.30 sarà “Matrimonio per caso”, nuovissima produzione del Teatrodante Carlo Monni, fresco del debutto alla Versiliana, per la regia di Andrea Bruno Savelli, con Alessandro Paci e Diletta Oculisti, su musiche di Oliver Lapio. Due single, ignari del proprio destino, si incontrano casualmente cercando il regalo per lo stesso matrimonio, scatenando una serie di situazioni esilaranti. Giovedì 26 sul palco Paolo Conticini in “La prima volta”, di Conticini e Luigi Russo. Conticini, star della televisione italiana e beniamino del pubblico, viene a Sesto Fiorentino per raccontare – tra prosa e musica – la sua carriera. Venerdì 27  Lorenzo Baglioni in “Siamo le foto che scartiamo”, di e con Lorenzo Baglioni e Michele Baglioni, con la partecipazione di Damiano Sardi, Produzione Ridens. Novanta minuti di energia, idee, risate e tanta musica in uno show tra novità e successi dell’artista. A metà tra prosa e musica anche l’evento di sabato 28 Haber, le sue canzoni e Bukowski”, di e con Alessandro Haber, con Sasà Flauto, che lo affiancherà con chitarra e voce e con il talentuoso pianista Fabrizio RomanoDomenica 29 in programma un doppio evento. Alle ore 18.30 alla Fonte dei Seppi Monte Morello “Segnale d’allarme – La mia battaglia VR”, per la regia di Elio Germano e Omar Rashid, spettacolo in realtà virtuale che si potrà vedere grazie a supporti visivi particolari di GOLD (nella foto). La mia battaglia è il segnale d’allarme che Germano lancia contro l’informazione fatta solo di opinioni, la tecnologia che rischia di essere veicolo di pura distrazione di massa e una cultura mainstream che finisce per fagocitare sistematicamente la nicchia, sottraendole anche le opportunità concesse dalla tecnologia. Chiusura al parco, alle ore 21.30, con “La strada che va in città”, per la regia di Iaia Forte, monologo con Valentina Cervi, tratto dal libro omonimo di Natalia Ginzburg. Per Delia prendere “la strada che va in città” significa accettare un matrimonio d’interesse, salvo poi scoprire che il vero amore si trova altrove.

Parte fondamentale dell’iniziativa – ogni giorno alle ore 18.30 – letture animate e laboratori per bambini e famiglie: “Animali parlanti e dove ascoltarli”, tra racconti e  origami, con Valentina Cappelletti, Guido Materi, Emanuel Baldi e Bernardo Gambassi (25/08, dai 5 ai 10 anni); “Let’s play”, laboratorio di teatro e lingua inglese, con Valentina Cappelletti e Cristina Pellissero (26/08, dai 6 ai 10 anni); “La rapa gigante”, in cui due artisti girovaghi, con valigie piene di storie, girano per il parco in cerca di pubblico, con Manola Nifosi e Sergio Aguirre (27/08); “Un parco da paura”, itinerario teatrale al calar del sole con storie da rabbrividire ma anche ridere a crepapelle (27/08, dai 6 ai 10 anni); “La marcia degli alberi”, in cui un botanico/attore guiderà gli spettatori in un appassionante percorso, fatto di domande ma soprattutto straordinarie risposte, di Andrea Bruno Savelli con Leonardo Paoli (28/08, dai 6 anni). 

“Sussulti Metropolitani – conclude Andrea Bruno Savelli, direttore artistico del festival – è nato durante la prima ondata di pandemia. Credo che l’edizione di quest’anno arrivi a un risultato rilevante, proponendo un’offerta che vuol essere momento di gioia, felicità, divertimento e approfondimento. Vogliamo cementare e costruire una comunità creando un senso civico, è questo l’obiettivo che ci siamo dati e portiamo avanti ogni giorno con le varie iniziative. Trovo particolarmente significativa la chiusura con lo spettacolo Segnale dall’allarme che si svolgerà alla Fonte dei Seppi luogo della resistenza partigiana, permettendoci di riflettere in modo ancora più profondo su quanto sia facile perdere la libertà, focalizzandosi sul valore e la potenza delle parole”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »