energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Svuotato il primo serbatoio della Costa Concordia Cronaca

Nella mattina di oggi, 13 febbraio, i familiari dei 15 dispersi del naufragio della Costa Concordia si sono recati, con un’imbarcazione, vicino al relitto. Qui hanno deposto in mare una corona di fiori, sette mazzi di rose e gerbere colorate con incastonata una miriade di messaggi stampati da Facebook, o scritti dalle persone più care di quelle che, con quasi assoluta sicurezza sono ulteriori 15 vittime da aggiungere alle 17 già rintracciate nella nave da crociera semisommersa. Italiani, francesi, tedeschi ed indiani si sono stretti in un grande abbraccio ed hanno affidato al mare del Giglio il ricordo dei loro cari, i corpi dei quali sono con ogni probabilità ancora bloccati nella Costa Concordia adagiata sulle secche della Gabbianara. È passato un mese da quel maledetto 13 gennaio. E per celebrare il primo mese trascorso dalla tragedia dell’isola del Giglio alle 18:00 nella chiesa di Giglio Porto è stata celebrata una messa in suffragio delle vittime e dei dispersi. Durante la cerimonia, alla chiesa che aprì le sue porte a centinaia di persone infreddolite è stata donata la statua della Madonna che era a bordo della Costa Concordia e che i vigili del fuoco hanno recuperato durante le operazioni di ricerca dei dispersi. E mentre l’isola piange i suoi morti, le operazioni di defueling continuano a ritmo serrato. Approfittando delle buone condizioni meteo-marine, i tecnici della Smit&Neri stanno proseguendo lo svuotamento dei serbatoi di poppa. Il primo di essi, contenente 103 metri cubi di carburante, è stato completamente svuotato già alle 9:00 di questa mattina. Il pompaggio del gasolio dai serbatoi della Costa Concordia proseguirà alla velocità di 10 metri cubi l’ora finché il mare non tornerà ad incresparsi tanto da non permettere agli operatori di lavorare in sicurezza. Sul fronte dell’inchiesta, intanto, si apprende che la Procura di Grosseto ha esaminato per alcune ore il video trasmesso dal Tg5 ed acquisito agli atti dell’inchiesta sul naufragio del Giglio. Pare che da esso i pubblici ministeri abbiano ricavato elementi finora non noti e di cruciale importanza per le indagini su quanto successe un mese fa sulla plancia della Costa Concordia.

Le ultime notizie sul naufragio della Costa Concordia:
13 febbraio: Prosegue il monitoraggio degli specialisti dell’Università di Firenze sulla Costa Concordia
12 febbraio: Iniziato il defueling della Costa Concordia
12 febbraio: Celebrata a Roma la messa per le vittime del naufragio del Giglio
11 febbraio: Naufragio Giglio: Domnica Cemortan ha ammesso la sua presenza in plancia
11 febbraio: Video dalla plancia della Concordia mandato in onda dal Tg5

10 febbraio: Nevica al Giglio: tutte ferme le operazioni sulla Concordia
10 febbraio: Concordia, il cappellano racconta i retroscena
10 febbraio: Naufragio Concordia: nuovo maxi-risarcimento richiesto dagli Usa
 

Foto: it.notizie.yahoo.com

Print Friendly, PDF & Email

Translate »