energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

“Tabula rosa”, ambigui equilibri in forma di poesia Cultura

Firenze – Ciro Andrea Piccinini è l’autore di un libro di poesie. Poesie, o meglio, come recita l’occhiello, “variazioni senza tema né tempo”. Vale a dire, che quando si leggono i componimenti di questo autore (mistero l’età, ma anche la vita e i sentieri percorsi) ci si sente irresistibilmente attratti da ratti, gatti e piscine vuote. Ecco, ecco che ci si casca: perché la forza di quest’autore è una sorta di coltissimo gioco cui prestarsi per affrontare con amara ironia e non sense raffinato messaggi spiazzanti d’amore, morte e risveglio, nausea e fame, dolore e estasi nate o solo pensate.

Una scoperta entusiasmante per un poetare che si distacca dal banale con un vigoroso colpo di reni, tanto onirico e surrealista da rimandare alle immagini di Carrà, agli orologi liquefatti di Dalì… mentre l’anima profonda delle parole scintillanti di buio che scorrono sulla tastiera del nostro cantore sono solo, con ogni probabilità, musica: 77 variazioni senza tema né tempo. Appunto.

Certo, musica. Ma anche sapiente rimestare e coltivare in atanor ribollente, scomponendo parole e frammenti per un ricreare materia nuova e intatta, capace di veicolare inquietudini e passioni distrutte all’apice da risate di romantico villain, Byron rivisitato in chiave sartriana. La passione del disarticolare-articolare è sostenuta, nel caso di Piccinini, da una straordinaria competenza linguistica che permette assonanze-dissonanze-consonanze che trascurano il senso ma mai il ferreo comando del significato.

E dunque, non resta che leggere obbedendo alla Coral Suasion:

Fate silenzio

Ditelo e datelo, non pensatelo,
Cercatelo, ascoltatene il soffio

…..

Ciro Andrea Piccinini

Tabula rosa
77 variazioni senza tema né tempo

Thedotcompany

pp.105, prezzo 11,90 euro

cop tabula rosa

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »