energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tag Archives: autodramma

Lo “Stato transitorio” della gente di Monticchiello Spettacoli

Firenze – Due volti nuovi appaiono sulla scena del Teatro Povero di Monticchiello. Si chiamano Giampiero Giglioni e Manfredi Rutelli e sono i nuovi registi dell’autodramma che da sabato 20 luglio a mercoledì 14 agosto verrà rappresentato, come ogni anno, nella piazza della Commenda del paese della Val d’Orcia. Prendono il posto di Andrea Cresti che

Leggi tutto

Monticchiello 2018: il magico valzer che (forse) salva la comunità in crisi Spettacoli

Monticchiello – Nel cantiere teatrale di Monticchiello, al termine di questa 52esima puntata andata in scena in piazza della Commenda, sorge una vaga, docilissima malinconia. Una lieve patina di romanticismo crepuscolare, che va oltre lo stupore leopardiano di una notte insolitamente mite dentro un cielo coerentemente stellato, assale più che l’animo dello spettatore, la visione

Leggi tutto

Teatro Povero: il 51° autodramma parla di unioni e divisioni Spettacoli

Firenze – Il Teatro Povero di Monticchiello presenta il suo 51° autodramma che quest’anno avrà per tema il conflitto fra scelte ed esigenze individuali e i progetti dei poteri amministrativi che irrompono in modo destabilizzante su queste scelte. La trama che i paesani attori svilupperanno sulla scena  dal 22 luglio al 14 agosto parte infatti dalla

Leggi tutto

Teatro Povero Monticchiello: nel “Paese che manca” siamo tutti degli esuli Spettacoli

Monticchiello – Un pessimismo rassegnato ma consapevole, che non si attacca a chimere o speranze irrazionali e rivendica soprattutto il diritto alla sincerità. Il messaggio del 49° autodramma del Teatro Povero di Monticchiello è stato quest’anno forte e chiaro, perché sempre più rapido ed evidente si mostra il processo di disgregazione della comunità paesana. La

Leggi tutto

Monticchiello: una risata contro l’angoscia dei “tempi veleniferi” Opinion leader

Monticchiello – E’ un vero piacere tornare ogni anno a  Monticchiello per l’appuntamento con il teatro povero.  Il piacere non proviene dalla tranquilla certezza di una tradizione che sta per compiere il mezzo secolo. E nemmeno dalla bellezza travolgente della val d’Orcia e dei suoi gioielli arroccati sulle colline. Il piacere è incontrare il teatro

Leggi tutto

Teatro, un’Italia in agonia con finale a sorpresa Cultura

Un’esperienza originale che rende questo borgo ventoso affacciato sulla Valdorcia, sbalzato in una luce quattrocentesca che è di Piero della Francesca ma anche del Giorgione, un caso unico nel panorama teatrale italiano (e son solo). Si chiama “autodramma”, come la battezzò Giorgio Strehler, questa speciale forma di drammaturgia partecipata, gli abitanti che si mettono in

Leggi tutto

Teatro, un’Italia in agonia con finale a sorpresa Cultura

Un’esperienza originale che rende questo borgo ventoso affacciato sulla Valdorcia, sbalzato in una luce quattrocentesca che è di Piero della Francesca ma anche del Giorgione, un caso unico nel panorama teatrale italiano (e son solo). Si chiama “autodramma”, come la battezzò Giorgio Strehler, questa speciale forma di drammaturgia partecipata, gli abitanti che si mettono in

Leggi tutto

Translate »