energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tag Archives: stradario

Di là d’Arno, dove il malvivente fugge da un tetto all’altro Rubriche

Di là d'Arno, dove – secondo Jarro – il malvivente cammina sul tetto come la gente perbene in salotto: «Dovete sapere che ogni casetta comunica con l'altra: da un orto si scavalla nell'altro: ci sono a ogni piè sospinto passaggi e nascondigli. Lo spazio è larghissimo: e si va per cinque o sei strade, da

Leggi tutto

Di là d’Arno, lettera morta per i regolamenti municipali Rubriche

Ma c'è un quartiere di là d'Arno, insiste Jarro, «men noto del Ghetto, perché più lontano dal centro e prossimo alla campagna, e del Ghetto assai più esteso … dove i regolamenti municipali sono lettera morta; un quartiere, dove la Polizia non va, a fare certe operazioni, se non a squadre di dodici o quattordici

Leggi tutto

Una notte nel Ghetto, dentro i covili di uomini infami Rubriche

C'era in Jarro della sincera filantropia, ma c'era anche il gusto per le “esagerazioni” e finzioni da aspirante narratore di feuilletons (gli anni successivi usciranno, pubblicati da Treves, ben quattro romanzi del noto ciclo del Commissario Lucertolo, fra cui I ladri di cadaveri, 1884). Ecco un'altra sua “incursione giornalistica” nel quartiere del Ghetto, che non

Leggi tutto

Gli obbrobri e le ignominie di via del Malborghetto Rubriche

I tempi della demolizione dell'antico centro si svolsero fra il 1865 e il 1895. Il giornalista Jarro (Giulio Piccini, 1849-1915), denunciando in Firenze sotterranea (1881) le terribili condizioni di vita della popolazione e la diffusa criminalità del quartiere, aveva aiutato non poco nell'accelerarne lo “sventramento” per la successiva ricostruzione con nuovi edifici. Nel giugno del

Leggi tutto

La tremenda promiscuità dentro quei foschi androni… Rubriche

Ne Il Ghetto di Firenze e i suoi ricordi, pubblicato nel 1886, lo storico e studioso d'arte Guido Carocci,  scrive a proposito del Mercato Vecchio e del Ghetto “nel descrivere le brutture, gli orrori, le vergogne di questo quartiere s'è esagerato ed esagerato fino a farne teatro di avvenimenti impossibili, asilo di gente che non

Leggi tutto

La città molle e vezzosa con le sue cloache Rubriche

Il cosiddetto Risanamento di Firenze si svolse fra il 1865 e il 1895. Dal giugno 1885 tutta la popolazione della zona del Mercato Vecchio e del Ghetto era stata evacuata e subito dopo cominciarono i grandi lavori per distruggere i vecchi edifici e ricostruirne dei nuovi. Insomma,  “L'antico centro della città / da secolare squallore

Leggi tutto

La città molle e vezzosa con le sue cloache Rubriche

Il cosiddetto Risanamento di Firenze si svolse fra il 1865 e il 1895. Dal giugno 1885 tutta la popolazione della zona del Mercato Vecchio e del Ghetto era stata evacuata e subito dopo cominciarono i grandi lavori per distruggere i vecchi edifici e ricostruirne dei nuovi. Insomma,  “L'antico centro della città / da secolare squallore

Leggi tutto

Il giallo della Gioconda di Via Panzani: originale o copia? Rubriche

Le avevo dedicato l'articolo di apertura di questo stradario criminale: alla Gioconda, intendo. Mi sono reso conto, poi, d'essere stato troppo elusivo, evitando di porre la domanda “qual'è e dove sta la vera Gioconda? al Louvre? in Vaticano? o…?” Mi sento obbligato, quindi, a riprendere il giallo Chi ha rubato la Gioconda? È d'uopo forse

Leggi tutto

Un fognone pieno di muffa e ragnateli Rubriche

Anche se Sussi e Biribissi non incontreranno alcun scioccante mistero, do egualmente conto della loro discesa nel fognone di Firenze, ottenuta semplicemente alzando la bodola "fra l'erba e il terriccio" di una corte abbandonata. Viaggio “al centro della Terra”, per lo più comico, dei due ragazzi e del loro gatto parlante (siamo appunto in una

Leggi tutto

La Lorini che in Viale Corsica esercita il mestiere più antico del mondo… Rubriche

Nel romanzo Per così poco… di Alberto Eva, personaggio rilevante è Renata Lorini, che esercitando il più antico mestiere del mondo lo ha insegnato a Veronica. «Un vialone alberato che, da Ponte all'Asse, porta ad un passaggio a livello eternamente chiuso ai veicoli. Marco fece fermare il taxi vicino ad una cabina telefonica, e lo

Leggi tutto

Translate »