energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tag Archives: stradario

L’investigatore senza licenza di piazza Santa Maria Novella Rubriche

In cima ad una casa-torre abita l'investigatore “senza licenza d'investigare” del romanzo giallo L'incidente di via Metastasio di Linda di Martino. «Abito in piazza Santa Maria Novella, alto sui centoventi rapidissimi gradini di una vecchia casa-torre. Man mano che si sale, gli scalini aumentano di altezza e diminuiscono di profondità, l'ultima rampa è un budello

Leggi tutto

Il monsignore di via San Bernardino Rubriche

La maggior parte dei delitti di cui si occupa il commissario Bordelli avvengono nei dintorni di Firenze, ad esempio in via di Marignolle, all'Impruneta, sul Monte Scalari, e così via. Fa eccezione quello commesso dallo stesso commissario in una grande villa di via San Bernardino, all'angolo col viale Michelangelo, dove Bordelli giustizia, strangolandolo, un monsignore,

Leggi tutto

La ragazza fantasiosa, dolce e sensuale di via San Zanobi Rubriche

In Per così poco…, il radiocronista-investigatore scopre che la ragazza uccisa in via dell'Argin Grosso "faceva la vita" in un appartamento di via San Zanobi, la strada dai molti tabernacoli.  «L'annuncio recitava: Ragazza fantasiosa, dolce, sensuale, carina, bionda naturale, conoscerebbe amici per passare momenti indimenticabili. F.P. Firenze P.A. 20587581. Lo stampato indicava: Veronica, Via San

Leggi tutto

Un morto due volte al Cimitero delle Porte Sante Rubriche

Nel graphic novel Morto due volte di Marco Vichi, dentro l'antico e monumentale Cimitero delle Porte Sante, il commissario Bordelli (l'ormai popolarissimo personaggio di Marco Vichi) scopre su una lapide un nome e cognome che ha già visto in un altro cimitero, quello ebraico di via di Caciolle. Come è possibile che Antonio Samsa (ma

Leggi tutto

La ragazza morta di via dell’Argin Grosso Rubriche

Non è frequente che il giallista si impegni con una storia criminale ambientata in periferia. Lo fa Alberto Eva, “storico” costruttore di gialli fiorentin, che ambienta Per così poco all'Isolotto. Una ragazza viene trovata, nuda e strangolata, nel giardinetto condominiale posto davanti al palazzo in cui abitava in via dell'Argin Grosso. Una storia  criminale anni Ottanta

Leggi tutto

Sottopassaggi, tram (e quant’altro) immaginari Rubriche

Lo vogliano o no i “puristi”, le aggiunte di fantasia alla mappa criminale vanno benissimo in una trama romanzesca. Insomma il traguardo del verosimile è obbiettivo legittimo, anzi sommamente auspicabile. Sembrano pensarla così molti scrittori di gialli, compreso Stefano Cecchi, che In amore vince il cane che “piazza” un sottopassaggio di fronte alla redazione del

Leggi tutto

Cronaca nera in una lapide nel Cimitero di Trespiano Rubriche

Ecco un'insolita lapide posta sul muro di fronte al Tempio Crematorio, che racconta di un episodio di cronaca nera: QUESTE CENERI DI ACHILLE SECCHI IMPRESA- RIO TEATRALE UOMO ONE- STO E LABORIOSO STRAP- PATO MISTERIOSAMENTE AL- L'AFFETTO DELLA FAMIGLIA ALLA STIMA DEGLI AMICI DA MANO BRUTALE IGNOTA IL DÌ VIII OTTOBRE MCMIX ATTENDONO ANCORA LA

Leggi tutto

La pagina strappata alla Biblioteca Nazionale Rubriche

Nell'ironico ed atipico giallo alla Pennac, “In amore vince il cane”, il giornalista e scrittore Stefano Cecchi, tutto preso dai tempi della veloce commedia noir, non s'attarda certo nel descrivere vie, piazze e quant'altro di Firenze. Fa eccezione con la Biblioteca Nazionale, dove il protagonista ci va per consultare un numero de La Tribuna, il

Leggi tutto

Al Cimitero degli Allori, il monumento di Isabella fra tante celebrità Rubriche

Nel giallo della di Martino non manca la visita al decentrato Cimitero degli Allori, dove R.I.P. molte personalità non cattoliche, fra cui Harold Acton, Oriana Fallaci, Arnold Bocklin, Frederick Stibbert, ecc. Ma di certo non vi riposa in pace Isabella… «Agli Allori la mia ricerca si conclude perché quello che voglio è lì. Il monumento

Leggi tutto

Via Suor Maria Celeste, una strada appartata e incantevole… con qualche segreto Rubriche

Nel giallo di Linda di Martino  “L'incidente di via Metastasio”, la casa della vittima è in via Suor Maria Celeste. Come nelle regole auree del giallo classico, i superstiti “sembrano” irreprensibili e la villetta, semplice e solida, e per di più bianca – “sembra” ispirare solarità borghese senza segreti. Ma è così? La prosa della

Leggi tutto

Translate »