energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tajani: “Il problema dell’Italia non è l’Europa, ma il bilancio” Politica

Strasburgo  – Il problema dell’Italia “non è l’Europa”, ma sta all’interno “con il bilancio del governo”: nel presentare il sito web del Parlamento europeo che si propone di informare i cittadini su ciò che “l’Europa ha fatto per loro”, il presidente Antonio Tajani ha ribadito le sue critiche alla maggioranza gialloverde che governa l’Italia. “Nei contenuti non siamo aggressivi contro l’Italia, ma vogliamo bloccare il flusso di fakenews e fornire informazioni oggettive”, ha affermato.

In particolare le sue critiche sono state rivolte alla legge di bilancio nel quale “in una situazione economia pessima non ci sono soldi per la crescita, ma solo aiuti di stato, senza interventi per le PMI e mantenendo la tassazione di oggi”. Particolarmente illusoria è la previsione di crescita all’1,5 per cento mentre al massimo si arriverà allo 0,9 – 1%: “Questo è un grande errore, non si fa niente per la disoccupazione giovanile e si provocano macerie per l’Europa”, ha aggiunto Tajani.

Il presidente dell’Europarlamento ha sottolineato che gli italiani non sono contro l’Europa: secondo l’Eurobarometro il 40% è a favore e il 23% è contrario, ma c’è un 30% di indecisi e basta che solo il 10% voti di loro stia con i favorevoli, perché la scelta sia chiara. Inoltre il 65% è a favore dell’euro: “Dunque sui contenuti gli italiani sono a favore, ma il governo sta facendo una forte azione contro l’Europa e il motivo è che questo è il modo per avere una campagna elettorale su questi temi e non sui contenuti della strategia economica”.

Il nuovo sito del Parlamento europeo (www.what-europe-does-for-me. eu) offre ai cittadini europei 1.800 contenuti (12mila se si contano le traduzioni). Esso comprende tre livelli di informazioni: i 1290 territori e regioni, i 400 gruppi e categorie sociali, e i settori ai quali si sono rivolti prevalentemente gli interventi europei. L’obiettivo è dare esempi concreti dell’azione delle istituzioni nei confronti dei cittadini, “i risultati di quello che abbiamo fatto”. Il criterio è stato quello di rispettare le priorità che i cittadini dei diversi Paesi si pongono: per esempio, in Svezia si fa più attenzione all’ecologia e in Spagna al lavoro giovanile.

Nel corso della prossima seduta dell’Europarlamento sarà presentata anche una app (citizens) grazie alla quale i cittadini potranno consultare tutti i dati in tempo reale.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »