energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tariffe pubbliche, Italia seconda dopo la Spagna per rincari Economia

Firenze – Ci batte solo la Spagna, che fra il 2010 e il 2014 ha visto il rincaro delle bollette balzare in su del 23, 7%. In Italia, a pari merito con l’Irlanda, ci “accontentiamo” di un pesante +19,1%: dopo di noi il Lussemburgo, con un rincaro delle tariffe pubbliche del+15,4%, seguito passo passo dal Portogallo con +15,1%. Per curiosità, i cugini francesi se la cavano con un +12,9%, mentre i primi della classe sono sempre loro, i tedeschi: +4,2%. Secondo la statistica e la famosa legge dei polli, l’aumento medio in Europa per quanto riguarda le tariffe pubbliche, ovvero gli esborsi cui è tenuto il cittadino per il consumo di gas, acqua, energia elettrica, pedaggi autostrade, ecc., è, nel lasso temporale 2010-2014, del +11, 8%.

Secondo posto dunque per l’Italia per quanto riguarda i rincari di tariffe pubbliche; i calcoli sono stati effettuati dall’Ufficio studi della Cgia, che ha analizzato il trend dei rincari a partire dal 2004. Ecco i risultati, voce per voce, degli ultimi 10 anni, tenendo conto del fatto che l’incremento dell‘inflazione nazionale è stato nello stesso periodo del 20,5%.

L’acqua è aumentata del 79,5 per cento, i rifiuti del 70,8 per cento, l’energia elettrica del 48,2 per cento, i pedaggi autostradali del 46,5 per cento, i trasporti ferroviari del 46,3 per cento, il gas del 42,9 per cento, i trasporti urbani del 41,6 per cento, il servizio taxi del 31,6 per cento e i servizi postali del 27,9 per cento. Tra tutte le voci analizzate, solo i servizi telefonici hanno subito un decremento: -15,8 per cento.

Fra i vari tributi, quelli più pesanti per le famiglie e le piccole imprese, sottolinea il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi, sono quelli legati a luce, gas e trasporti. Per tacere dei rifiuti, che hanno conosciuto un vero e proprio boom: con l’introduzione della Tari, gli italiani sono arrivati a pagare il 12,2% in più.  Rispetto allo scorso anno, beninteso.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »