energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

“Tasting Art” a Podere di Pomaio. “I Giorni del Vino” nella green winery aretina sono nel segno dell’arte Arezzo, My Stamp

AREZZO – Dal 22 al 25 giugno 2016 Podere di Pomaio – Green Winery, in località Pomaio 19 ad Arezzo, ospiterà “I giorni del Vino”, iniziativa a cura della Strada del Vino Terre di Arezzo.

All’interno della manifestazione si svolgerà “Tasting Art”, una collettiva d’arte a cura di Marco Botti che coinvolgerà cinque talentuosi artisti operanti nel territorio aretino: Katarina Alivojvodic, Riccardo Antonelli, Laura Ghezzi, Maurizio Rapiti e Laura Serafini.

Le suggestive sale in bioarchitettura, che inseriscono Podere di Pomaio tra le 14 cantine di design più belle della Toscana, vedranno cinque linguaggi eterogenei e distintivi dialogare tra loro, per un evento che saprà unire l’arte con la A maiuscola alle eccellenze enologiche della cantina aretina.

Il programma del 22 giugno prevede alle ore 15 l’apertura de “I Giorni del Vino”, con visite guidate e degustazioni, efoto Pomaio 3 alle ore 19 il vernissage di “Tasting Art”.

Sabato 25 giugno si svolgerà invece il finissage della mostra collettiva. Per l’occasione Podere di Pomaio organizzerà un’apericena dalle 18 alle 21 nel suo splendido balcone naturale sulla piana d’Arezzo.

Il costo delle visite con degustazione del 22 giugno è di 5 euro a persona, quello per l’apericena del 25 giugno è di 10 euro.

www.pomaio.it

Brevi biografie degli artisti

Katarina Alivojvodic è nata nel 1973 a Belgrado. Nel 1993 si diploma in Design industriale alla Scuola per design della sua città e nel 1999 in Progettazione grafica all’Accademia di Belle Arti della capitale della Repubblica di Serbia. Nel 2000 si trasferisce in Italia e vive per alcuni anni in Sicilia. Nel 2011 arriva ad Arezzo, dove parallelamente alla sua ricerca artistica, connotata da uno stile figurativo ricco di simbolismi e atmosfere oniriche, inaugura corsi di pittura rivolti a bambini e adulti, con lo scopo di favorire la sensibilizzazione all’arte e all’estetica. Da anni espone con personali e collettive in tutto il mondo. Le sue opere si trovano in collezioni prestigiose, come quelle pubbliche nella Banca d’Italia e della Camera dei Deputati.

Riccardo Antonelli è nato nel 1976 a Città di Castello, in provincia di Perugia. All’età di sei anni si trasferisce nella vicina Sansepolcro, in provincia di Arezzo, dove ancora oggi vive e lavora nel suo atelier. Fin da bambino segue l’istinto artistico e in seguito frequenta l’Istituto d’arte di Sansepolcro. Le esperienze figurative lasciano spazio, dopo anni di sperimentazione, a una esclusiva interpretazione e rivisitazione dell’uso del colore e della spatola. Al 2006 risale la prima personale. Dal 2009 arrivano le proposte di importanti gallerie italiane e internazionali. Protagonista di un’intensa attività espositiva e amante della grafica e del disegno, da alcuni anni si dedica con successo alla pittura a olio e spatola e al pastello a olio su vari supporti.

Laura Ghezzi è nata ad Arezzo nel 1969. Diplomata in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze, nella stessa città frequenta l’Istituto per l’Arte e il Restauro.  Laura fonde “arti povere” della tradizione locale e materiali tipici del suo territorio, sottoponendoli a un infinito gioco della sua delicata fantasia e rivestendoli con elementi bizzarri, lontani dalla loro essenza, ma che entrano poi in armonica fusione nel mondo scintillante ed aereo delle sue creazioni. Gli oggetti e gli animali creati si trasfigurano e divengono sottili ed emozionanti elaborati della mente che vanno a trovare la loro collocazione in un mondo immaginario che, sebbene originato nella natura, trova declinazione critica solo nell’intimo di ciascuno.

Maurizio Rapiti è nato nel 1985 a Sansepolcro, in provincia di Arezzo. Dopo aver conseguito il diploma di scuola superiore si dedica alla pittura nello studio del padre, specializzato in riproduzione di opere del passato. Parallelamente a questa attività conduce una ricerca più complessa e introspettiva, che staccandosi dall’arte classica lo porta a conseguire una cifra stilistica distintiva e accattivante, sospesa tra il realismo delle sue pennellate e un surrealismo di stampo magrittiano, ricco di simboli e citazioni. Rapiti vive e lavora ai confini tra Toscana e Umbria, a Cerbara di Città di Castello (PG). Dal 2009 espone con personali e collettive e partecipa con successo a concorsi nazionali e fiere.

Laura Serafini è nata a Subbiano nel 1965 e vive e lavora ad Arezzo. Inizia a dipingere da autodidatta e in seguito approfondisce la conoscenza delle tecniche frequentando corsi di pittura, scultura, disegno da vivo e nudo dal vero. Con uno stile figurativo in costante evoluzione, Laura intraprende un percorso che nel tempo la porta a una personale riflessione sulla costruzione dell’identità: doloroso, contraddittorio, sorprendente cammino alla scoperta di sé, complessa trama di fili che legano corpo e anima. Dal 2005 espone con personali e collettive sia in Italia sia all’estero. Negli anni ha partecipato a rassegne d’arte, concorsi, premi nazionali e internazionali, ottenendo importanti riconoscimenti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »