energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

TAV di Firenze, Idra pronta a monitorare il nuovo progetto Ambiente, Breaking news, Cronaca


Firenze – A settembre si conosceranno le intenzioni di Rfi sul passante ferroviario fiorentino, la Regione Toscana ed il Comune di Firenze aspettano il prossimo incontro a Roma per poter valutare il futuro urbanistico e trasportistico del territorio, una nuova mobilità fortemente soggetta alla Grande Opera che al momento resta incompiuta.

L’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli ha aperto nei giorni scorsi la disponibilità a coinvolgere ulteriori soggetti interessati al fine di poter condividere quelle che saranno le nuove indicazioni progettistiche. Da parte sua il sindaco e presidente della Città Metropolitana non pare aver escluso il coinvolgimento dei comuni limitrofi per una revisione d’insieme sottolineando così l’importanza, non solo locale, dell’opera.

Una rivisitazione del progetto originario, dunque, che interessa da vicino l’Associazione fiorentina Idra che nelle scorse ore è stata audita dall’Anac.
Il portavoce Girolamo Dell’Olio dopo l’incontro avuto con Raffaele Cantone si dice soddisfatto, l’Autorità anticorruzione segue con attenzione la vicenda ed il feedback ricevuto dopo la presentazione delle relazioni inviate negli ultimi anni sembra offrire slancio agli attivisti che non intendono mollare la presa. Tra i professionisti che hanno sostenuto l’attività di monitoraggio svolta sino ad oggi da Idra anche il giudice Ferdinando Imposimato che in più occasioni si è espresso con toni fortemente critici in merito al sistema sino ad oggi previsto per la gestione dei lavori riguardanti le opere strategiche previste in Italia. L’accusa più volte rilanciata, oltre alla scarsa partecipazione e condivisione degli atti pubblici che ha visto Dell’Olio impegnarsi in prima persona nel reperimento della documentazione prodotta e portata a conoscenza dei media locali e nazionali, anche quella di una supervisione spesso suscettibile di sollevare perplessità, una ipotesi questa che l’associazione ha sempre rigettato sollevando la mano ed indicando nella trasparenza la regola e non l’eccezione.

Dell’Olio si dice pronto a proseguire il monitoraggio avviato già sui cantieri del Mugello “Staremo con gli occhi aperti sui nuovi sviluppi” anche sui disegni e sull’eventuale cronoprogramma che verrà presentato a settembre a Regione Toscana e Comune di Firenze.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »