energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Teatro in carcere, al via la prima rassegna Società

Si chiama ”Destini incrociati” la prima rassegna nazionale di teatro in carcere che si svolgerà tra Firenze, Prato e Lastra a Signa dal 20 al 23 giugno. E’ la prima iniziativa pubblica del coordinamento nazionale Teatro in carcere, nato nel 2011 per creare occasioni di confronto e di qualificazione del movimento teatrale sorto all’interno delle carceri negli ultimi decenni. Del coordinamento fanno parte più di trenta gruppi, tra cui molte giovani compagnie, distribuiti su tutto il territorio nazionale; da qui la scelta itinerante della rassegna che, dopo questa prima edizione, approderà ogni anno in una diversa città e regione.

L’iniziativa è realizzata dal coordinamento nazionale Teatro in carcere e dal Teatro Popolare d’Arte col sostegno della Regione Toscana – che da circa quindici anni investe su questo tipo di esperienze – il patrocinio del Ministero della Giustizia e del Ministero dei Beni Culturali, e si avvale della collaborazione di Fondazione Sistema Toscana-intoscana.it e del Comune di Lastra a Signa. Della direzione artistica fanno parte: Gianfranco Capitta, Sergio Givone, Vito Minoia, Valeria Ottolenghi.

L’iniziativa sarà illustrata mercoledì 20 giugno. alle ore 12:30, a Palazzo Strozzi Sacrati in Piazza del Duomo 10. Parteciperanno con l’assessore regionale alla cultura Cristina Scaletti, Gianfranco Pedullà, Teatro Popolare d’Arte e direttore organizzativo della rassegna Destini Incrociati, e Vito Minoia, coordinamento nazionale Teatro in Carcere.

Nel corso della presentazione, sarà proiettata una clip del documentario girato tra il carcere di Ferrar e quello di Sollicciano “Oggi voglio parlare”, presentato al cinema Odeon alle 18 del 20 giugno alla presenza dell’assessore Scaletti e dal neo assessore alla cultura del Comune di Firenze Sergio Givone. Diretto da Gianmarco D’Agostino e scritto a quattro mani con Marco Vichi, il film è stato realizzato nell’ambito del Progetto inter-regionale Teatro Carcere Toscana, in parallelo al laboratorio teatrale condotto da Elisa Taddei e Massimo Altomare.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »